Apprendistato: esperienze tra Italia e Svizzera

Fare il punto sull'apprendistato e le sue potenzialità: questo è l'obiettivo del convegno in programma per giovedì 22 gennaio, alle 16.30, alla sala Caproni di MalpensaFiere, a Busto Arsizio

Fare il punto sull‘apprendistato e le sue potenzialità: questo è l’obiettivo del convegno in programma per giovedì 22 gennaio, alle 16.30, alla sala Caproni di MalpensaFiere, a Busto Arsizio. Il convegno è finalizzato a definire e sperimentare strumenti di supporto alle imprese per migliorare la formazione degli apprendisti, facendo il punto sul progetto “Apris” – Apprendistato Italia-Svizzera.

Il progetto, realizzato in collaborazione tra Italia e Svizzera con un finanziamento della Comunità Europea (Progetto Interreg), è nato con lo scopo di contribuire allo sviluppo condiviso di modelli di formazione per la transizione al lavoro, funzionali al miglioramento delle competenze dei lavoratori.

Si prevede, sulla base dell’esperienza svizzera, di costruire un sistema di trasferimento di know how per la gestione della formazione in impresa nell’ambito dei percorsi di apprendistato, ma soprattutto si vuole provare a mettere in contatto aziende e apprendisti italiani con aziende e apprendisti svizzeri.

Il programma prevede l’inizio dei lavori alle 17, con i saluti del Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi. Interverranno poi di alcune aziende italiane e svizzere, che spiegheranno le loro esperienze inerenti la formazione in azienda di giovani apprendisti (“Le aziende raccontano: anche in Italia si può fare”).

La scaletta degli interventi prevede anche i contributi di Marco Crippa, direttore del personale della Goglio spa, Gianni Cleopazzo, titolare della Sartoria Vergallo, Ornella Gambarotto, titolare della Equipe Ornella e Mario Scalzi, Responsabile della Formazione dell’azienda Gf Machining solutions del Canton Ticino.

Ricondurranno le esperienze raccontate dalle aziende all’interno del percorso fatto nel progetto, Andrea Lazzaroni, esperto di apprendistato e Vittorio Silacci del Dipartimento dell’Educazione, della Cultura e dello Sport del Cantone Ticino che partner con le Province di Como e Varese, gli Enti formativi ENAIP Lombardia e CFP della Provincia di Como, l’Università Cattolica e la SUPSI della Svizzera Italiana, insieme ad altri partner piemontesi.
Introduce e modera i lavori Walter Passerini, giornalista del quotidiano "La Stampa".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.