Simona Atzori si racconta in una nuova mostra

La BIM ha deciso di presentare al pubblico gli esiti più recenti della ricerca pittorica di un'artista complessa e poliedrica, capace di spaziare con estrema disinvoltura e con sicurezza tra diverse discipline

Arte - Mostre

Sarà ospitata presso la BIM Banca Intermobiliare di Lugano la nuova, attesa mostra di Simona Atzori. Da sempre impegnata nel sostegno e nella valorizzazione dell’arte contemporanea, la BIM ha deciso di presentare al pubblico gli esiti più recenti della ricerca pittorica di un’artista complessa e poliedrica, capace di spaziare con estrema disinvoltura e con sicurezza tra diverse discipline, dimostrando ogni volta tanto i suoi talenti innati quanto l’impegno e l’autodisciplina con cui coltiva le proprie passioni.

Simona Atzori è ballerina e pittrice. Dipinge usando il piede e danza senza braccia.
Oltre alla danza e alla pittura, Simona ha scoperto di recente un altro modo di raccontarsi: la scrittura. Dopo il fortunato esordio con “Cosa ti manca per essere felice?” (Mondadori, 2011), nel 2014 e’ tornata in libreria con “Dopo di te”, un ritratto caldo ed emozionato di sua madre e di quello che ha significato perderla per un tumore fulmineo. Un tema intimo e personale che assume anche la portata del dramma universale, perchè tutti siamo figli e quando un genitore se ne va il “dopo” è necessariamente una strada da percorrere difficile e dolorosa.
Simona la sta percorrendo sorretta da quella forza interiore che le ha permesso di raggiungere traguardi ambiziosi, circondata dall’affetto di un pubblico affezionato che segue con partecipazione gli spettacoli e le tante iniziative che la vedono protagonista.
Proprio i sentimenti, colti nella loro inafferrabilità e nelle loro molteplici sfumature, saranno al centro dell’esposizione, organizzata in collaborazione con la Galleria Alter Ego, intitolata “Amore”. Amore in senso universale, amore per la Vita, amore per gli altri, amore per i propri affetti più intimi. Amore come aspirazione e amore come percorso, talvolta sereno e talvolta arduo, per rendere ricca di senso e di bellezza la nostra esistenza.
I suoi dipinti rivelano una sensibilità delicata e acuta, il gusto per l’introspezione psicologica e una forte necessità di raccontare e raccontarsi, stabilendo un legame empatico con l’osservatore.
Nelle opere il soggetto coincide sempre con il mondo interiore dell’autrice, vi si leggono le tracce di inquietudini e turbamenti, di silenzi e solitudine, di momenti di riflessione e di ritrovata serenità.

Mossa dal desiderio di raggiungere la mente e il cuore di chi osserva i suoi lavori, Simona non rinuncia agli elementi figurativi e ad una descrizione particolareggiata della scena e dei dettagli. Focalizzando l’attenzione dell’osservatore su alcuni elementi particolarmente significativi lascia che le linee e i colori inducano il ricordo a riaffiorare in tutta la sua potente, dirompente energia.

C’è, nella sua arte, una forte carica esistenziale, declinata in un raffinato surrealismo che, talvolta, assume un carattere enigmatico e misterioso, vagamente magico. Sono particolarmente interessanti in questo senso gli acquerelli, inediti, che saranno esposti nella Sala Mostre della BIM: immagini liriche e solari, giocate sulle tonalità terse dei blu, dei rosa e dei gialli, in cui due figure definite ma non descritte, dai tratti evanescenti, si cercano, si incontrano, si fronteggiano, si stringono in un abbraccio o in un passo di danza.

Difficile affermare con sicurezza il significato di queste composizioni, e sarebbe semplicistico scorgervi unicamente il rapporto sentimentale, di tipo erotico, tra due persone; alla luce della particolare ricerca di Simona è forse più corretto cogliere negli atteggiamenti e nei movimenti descritti l’incontro tra entità opposte, tra la luce e l’ombra, tra la gioia e il dolore, tra due aspetti della stessa personalità o forse tra l’io di ieri e l’io di oggi, in una continua serie di rimandi e in una molteplice, indubbiamente affascinante, stratificazione di significati.
Sarà possibile scoprire questa nuova serie di lavori in compagnia dell’artista, che incontrerà il pubblico nel corso del vernissage organizzato per giovedì 12 maggio, dalle 18:00 alle 20:00.

“Amore” – Mostra personale di pittura di Simona Atzori
Dal 2 al 31 maggio 2016
Presso BIM, Banca Intermobiliare (in collaborazione con Galleria Alter Ego)
Contrada Sassello 10, Lugano
Orari: da lunedì a venerdì 8.30-17.30
INGRESSO LIBERO
Vernissage: GIOVEDI 12 MAGGIO, dalle 18:00 alle 20:00
Presentazione a cura di Emanuela Rindi

Per informazioni:
Galleria Alter Ego contatti@alteregogallery.com
www.alteregogallery.com

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.