Rincari, nel 2017 stangata di 986 euro a famiglia

Secondo il Codacons gli aumenti di luce, gas, rc auto, benzina e autostrade peseranno parecchio sui bilanci degli italiani

Avarie

Il 2017 si apre con una raffica di rincari per le famiglie italiane.
Lo denuncia il Codacons, che ricorda come a partire dal primo dell’anno costerà di più usare la luce e il gas (rispettivamente +0,9% e +4,7%), spostarsi in autostrada a causa degli aumenti dei pedaggi (in media +0,77%), pagare le multe. Rincarano Pedemontana e Brebemi, resta invariata l’A8.

Anche utilizzare l’automobile sarà più caro: presso i distributori di carburanti si registrano incrementi dei listini con la benzina che costa mediamente oltre il 6,5% in più rispetto lo scorso anno e il gasolio vola a quota +10,5%.
“Ancora una volta l’allarme lanciato dal Codacons sui rincari di prezzi e tariffe per il 2017 si sono rivelati corretti – spiega il presidente Carlo Rienzi – Ma gli aumenti non si limitano a quelli entrati in vigore oggi: nel corso dell’anno ci sarà un incremento generalizzato di listini e tariffe che determinerà una stangata stimata , al momento, in 986 euro a famiglia. Il rischio concreto è che le famiglie reagiscano ai rincari dei prezzi contraendo ulteriormente i consumi, rimasti sostanzialmente fermi nel 2016, con ulteriori danni per l’intera economica italiana” .

Una nota positiva: costerà meno il canone Rai, che scende da 100 euro a 90 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Nel 2017 ogni casa nuova, ogni ristrutturazione, ogni automobile dovrebbe essere obbligata ad avere sistemi per il recupero e per lo sfruttamento della energia in eccesso.
    I pannelli fotovoltaici sono un costo addizionale irrisorio rispetto al costo di una casa ma permettono di essere autosufficienti durante il giorno, reimmettere la corrente nella rete elettrica e di sfruttare la eventuale corrente prodotta dalla rete durante la notte, proprio quando il costo della energia è più basso.
    Ogni automobile dovrebbe essere ibrida ed il consumatore dovrebbe dare preferenza verso quei modelli che montano sistemi più o meno avanzati sia per la partenza da fermo con motore elettrico sia per il recupero della energia in frenata.
    Ogni casa in via di ristrutturazione dovrebbe quantomeno presentare nel progetto una caratteristica volta al risparmio energetico.
    Tutto questo non deve però basarsi sulla volontà del singolo ma deve altresì basarsi su leggi ferree che uno Stato che guarda al futuro dovrebbe imporre.
    E poi dovremmo tutti forse smetterla di consumare come se non ci fosse un domani, dovremmo rallentare perché questo pianeta lo stiamo letteralmente massacrando.