Ladri di rame al vecchio ospedale, arrestati

I due 40enni sono stati pizzicati in flagranza di reato dai militari. Possedevano un kit di cesoie, tronchesi, spelacavi e vari arnesi atti allo scasso

carabinieri furto rame

Ieri pomeriggio i militari della Stazione Carabinieri di Garbagnate Milanese hanno tratto in arresto 2 italiani, rispettivamente di 43enne di Pogliano Milanese e 41enne di Cinisello Balsamo, entrambi disoccupati ed incensurati, per concorso in furto aggravato.

Verso le 15:30, la pattuglia in transito in viale Forlanini ha effettuato d’iniziativa un controllo all’interno dello stabile abbandonato, in passato sede dell’Ospedale “Salvini” di Garbagnate Milanese, ove appena giunti hanno iniziato ad udire rumori sospetti.

A quel punto, approfondendo l’ispezione, hanno notato i due soggetti che erano intenti ad asportare dei cavi in rame dall’impianto elettrico presente nei locali seminterrati della struttura, bloccandoli repentinamente e traendoli in arresto.

In esito alla perquisizione personale eseguita a carico dei due ladri, i militari hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro un fornitissimo kit di strumenti per utilizzati per asportare il rame, tra cui cesoie, tronchesi, spelacavi e vari arnesi atti allo scasso, nonche’ un recipiente contenente vari manufatti metallici in rame e bronzo appena asportati e che sono stati successivamente restituiti all’Ufficio Tecnico della Direzione dell’ASST Rhodense.

Al termine delle formalità di rito, quindi, i due arrestati sono stati condotti presso le camere di sicurezza in attesa di essere giudicati con rito direttissimo presso il Tribunale di Milano nella mattinata odierna.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore