Brebemi: cantieri nell’estate del 2009, fine lavori nel 2012

Sottoscritto ieri, lunedì 7 maggio, l'Accordo di Programma. Presente anche il ministro Di Pietro: "Fare tutte le opere insieme, anche metropolitane e collegamento con lo scalo"

È stato sottoscritto ieri, lunedì 7 maggio, l’Accordo di Programma per la realizzazione della Brebemi (il collegamento autostradale tra Milano e Brescia). Hanno firmato il documento il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Raffaele Cattaneo, il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, e i rappresentanti degli altri soggetti coinvolti (Provincie di Bergamo, Brescia, Cremona e Lodi, i 10 Comuni che rappresentano i 49 interessati dal progetto, la società concedente CAL, il concessionario Brebemi e il presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati. 

«Questo accordo – ha detto Formigoni – è il frutto di un intensissimo lavoro condotto negli ultimi mesi e nelle ultime settimane e ci permette di segnare una tappa decisiva per la realizzazione di questa opera, dopo la sottoscrizione della convenzione tra le società Brebemi e CAL, avvenuta il 26 marzo scorso. Si tratta di un risultato importante che è segno di una volontà fortissima e di atti coerenti per raggiungere questo obiettivo fondamentale per la nostra regione». I cantieri si apriranno nell’estate del 2009 e la messa in esercizio è fissata per l’estate del 2012. 

«La realizzazione di Brebemi – ha sottolineato l’assessore Cattaneo – è il segno che la Lombardia ha recuperato la propria capacità di innovazione. Brebemi è infatti la prima autostrada di questa importanza (62 km di tracciato e 37 di opere accessorie) che viene realizzata integralmente in project financing». Dal canto suo, il ministro Di Pietro ha parlato della necessità di «fare tutte le opere e tutte insieme. Non solo Brebemi, Pedementana e Tem, ma anche un sistema di metropolitane che funzioni e i collegamenti da e per Malpensa». 

Obiettivo dell’Accordo di Programma è agevolare le modalità di azione dei singoli soggetti coinvolti, definendo allo stesso tempo forme di coordinamento per affrontare specifici temi. La Giunta regionale ha approvato la delibera di promozione dell’Accordo di Programma il 22 novembre 2006. Da quel momento si sono tenute 5 riunioni del Comitato e 6 riunioni della Segreteria tecnica. I lavori dell’Accordo di Programma proseguiranno, oltre che nel Collegio di Vigilanza, anche attraverso l’attività di alcuni altri organismi: i Tavoli territoriali d’ambito, coordinati dalle Province e finalizzati al monitoraggio e alla risoluzione delle problematiche del territorio; i Tavoli tematici, coordinati da Regione Lombardia, tra cui in particolare il Tavolo tematico ambientale, coordinato dalla Direzione generale Territorio e Urbanistica, e il Tavolo affiancamento Alta Velocità ferroviaria, coordinato dalla Direzione generale Infrastrutture e Mobilità.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.