Una delegazione Kazaka in visita alla Liuc

Ospiti dell'ateneo di Castellanza i rappresentanti della Kazak British Technical University di Alma Ata

Lunedì 7 e martedì 8 maggio la delegazione kazaka della Kazak British Technical University di Alma Ata, ha visitato la LIUC in quanto partner del progetto Tempus.

Il progetto Tempus nato nel 1990 successivamente alla caduta della "Cortina di Ferro" ha preso immediatamente atto del grande processo di trasformazione, sociale ed economico, che la necessaria integrazione con i paesi dell’Europa centrale ed orientale avrebbe certamente comportato.

Nell’arco di 10 anni, il programma si è rinnovato per far fronte ai cambiamenti della mappa geopolitica dell’Europa. Obiettivo di questa nuova fase è quello di favorire una collaborazione equilibrata tra università dei paesi partner e università dell’Unione europea per contribuire allo sviluppo dei sistemi di istruzione superiore ed alla loro interazione con la società civile e il settore industriale, allo scopo di sostenere il processo di transizione alle economie di mercato avviato dai Nuovi Stati Indipendenti, dalla Mongolia e dai paesi non associati dell’area balcanica e dei paesi partner del Mediterraneo. In aggiunta, il programma tende ad incoraggiare lo sviluppo di una dimensione regionale, per riuscire a focalizzare meglio i problemi da affrontare, basandosi sull’esperienza acquisita nel corso degli anni.

Il programma Tempus si aggiunge agli altri programmi comunitari in tema di formazione (Leonardo da Vinci e Socrates) al fine di incoraggiare una sempre maggiore comprensione reciproca tra gli Stati.

In particolare il progetto che coinvolge l’Università Cattaneo si pone l’obiettivo di sviluppare la business education in Kazakistan e coinvolge due università europee, la Robert Gordon University di Aberdeen – Scozia in qualità di capofila, l’Università Carlo Cattaneo – LIUC e la Kazakh British Technical University (KBTU) di Alma Ata.

 

Il progetto Tempus si articola in due ambiti: una parte finalizzata alla formazione dei docenti che costituiranno la faculty della futura Business School di KBTU e una seconda parte specificamente orientata alla costruzione di un sistema di quality assurance and enhancement presso la KBTU.

 

La seconda parte del progetto vede attivamente impegnata la LIUC attraverso l’unità di supporto al nucleo di valutazione e l’ufficio relazioni internazionali che hanno consolidato una partnership con i responsabili delle strutture che si occupano di quality assurance sia alla Gordon University che alla KBTU. Nelle giornate di Lunedì 7 maggio e Martedì 8 maggio si è svolto un seminario sul tema “Overview of Quality Assurance European Perspectives – The standpoint of Italian Universities”, con interventi di Natalia Paganelli, staff di  Direzione della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e  di Eliana Minelli responsabile dell’unità di supporto alla valutazione LIUC. I lavori del seminario hanno consentito uno proficua interazione tra gli ospiti stranieri, tra i quali il vicepresidente e la responsabile della qualità dell’università kazaka e diversi esponenti della Gordon University,  e il Rettore , i Presidi do Facoltà e  alcuni Direttori di Istituto della LIUC.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.