Tornano le farse comiche di Rossini con “Il Signor Bruschino”

La Camerata dei Laghi protagonista dell’appuntamento della nuova stagione teatrale venerdì 9 novembre alle 21 al teatro Condominio Vittorio Gassman

Con la messa in scena di “Il Signor Bruschino, ossia il figlio per azzardo” venerdì 9 novembre alle 21 al teatro Condominio Vittorio Gassman di via Sironi 2 a Gallarate, all’interno del cartellone legato alla stagione 2007/2008 della Fondazione Culturale “1860 Gallarate Città” onlus, l’Orchestra Camerata dei Laghi prosegue con le sue proposte legate all’esecuzione delle farse comiche di Gioachino Rossini. Si tratta infatti della seconda delle cinque produzioni dedicate alle farse di Rossini che la Camerata dei Laghi ha deciso di intraprendere.

La giocosa farsa per musica in un atto si sviluppa su libretto di Giuseppe Foppa e vede, nell’esecuzione gallaratese, la direzione di Marco Munari e la regia di Carlo Bellamio. Pur non anticipando nulla dell’interpretazione registica, di certo la messa in scena gallaratese offrirà una lettura avvincente e attuale.

Tra gli interpreti, il baritono Davide Rocca, il tenore Vito Martino e la soprano Brunella Carrari.

La trama: giunto nel castello del vecchio Gaudenzio per rivedere la sua pupilla Sofia e trarla in sposa, Florville viene a sapere che il tutore l’ha destinata in sposa al figlio di un certo Signor Bruschino. Questo figlio è tenuto sotto chiave nella locanda perché ha debito per oltre 400 franchi. Fingendosi cugino di Bruschino, Florville si offre di saldare il debito a patto che il locandiere tenga ancora rinchiuso il ragazzo per qualche tempo. Florville si sostituisce dunque al figlio di Bruschino per poter sposare Sofia. Inoltre consegna a Marianna una falsa lettera per Gaudenzio in cui Bruschino chiede al tutore di fare arrestare il figlio perdigiorno e di trattenerlo nella propria casa, dandogli la descrizione del ragazzo corrispondente in effetti a quella di Florville. Quest’ultimo, fattosi dunque arrestare, recita la parte del figlio di Bruschino davanti a Gaudenzio, ostendando rimorso per i propri misfatti, ma all’improvviso giunge Bruschino padre, infuriato per i guai combinati dal figlio. Florville continua la sua commedia e gli chiede perdono, ma Bruschino, naturalmente, non lo riconosce e , credendo di essere turlupinato, vorrebbe chiamare il delegato di polizia. Gaudenzio crede che il vecchio Bruschino disconosca l figlio per rancore e si arrabbia. Ma Bruschino scopre l’imbroglio di Florville e vuole svelare il tutto, ma quando scopre che Florville è figlio del senatore nemico di Gaudenzio decide di vendicarsi del tiro subito e, riconoscendo il giovane come suo figlio, gli permette di sposare Sofia, che ne ricambia l’amore. Anche Gaudenzio acconsente alle nozze e quando arriva il vero figlio di Bruschino ormai il matrimonio è celebrato.

Per ogni informazione dettagliata e per la prenotazione o l’acquisto dei biglietti è possibile rivolgersi alla sede della Fondazione Culturale “1860 Gallarate Città” onlus in via Palestro 5 a Gallarate (teatro del Popolo) fino a venerdì dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 19.00. Possibile anche la prenotazione telefonica al numero 0331 784140 dalle 16.00 alle 17.00. Il costo dei biglietti è compreso tra i 20 e i 30 euro.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.