Aggredito e accoltellato nella notte da tre balordi

Brutta avventura per un quarantenne fermo in auto nei pressi della Metro

Brutta avventura nella notte tra venerdì e sabato per un 40enne, aggredito da tre balordi mentre si trovava a bordo della sua auto.

L’uomo, residente a Cassano Magnago, attorno alle 3,30 era fermo all’interno della sua auto in una via adiacente la Metro di Castellanza, intento a scambiare sms con un suo amico, quando è stato circondato da tre persone, due delle quali hanno aperto gli sportelli dell’auto tentando di impossessarsi delle chiavi del mezzo.
Alla reazione del malcapitato, sceso dall’auto, uno dei due lo ha colpito ripetutamente con un’arma da taglio – forse un coltello – alla mano sinistra, al collo ed alla schiena, mentre un terzo forava le gomme della vettura.

I tre giovani, probabilmente italiani secondo la testimonianza della vittima, hanno desistito dai loro propositi solo quando l’uomo gridando disperatamente è riuscito a farsi notare da una vettura di passaggio, che si è fermata mettendo in fuga gli aggressori.
La vittima, visitata al Pronto Soccorso,  è stata giudicata guaribile in trenta giorni. Sull’episodio indaga la Polizia di Busto Arsizio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.