“Truffe sugli immigrati”, l’assessore difende il centro perquisito

Navarro (servizi sociali): il centro di accoglienza di via Pola è gestita bene, è un caso gonfiato

«Le accuse si stanno sgonfiando, vedrete». Gli operatori delle Onlus accusati di  truffa e favoreggiamento dell’immigrazione, realtà del volontariato e del mondo cattolico fino a ieri citate solo negli articoli sulla solidarietà, vengono difesi da un assessore cattolico, Gregorio Navarro, responsabile dei servizi sociali del comune di Varese, e responsabile politico della convenzione che lega la cooperativa “Querce di Mamre” allo stabile comunale di via Pola. Navarro, Udc, è prudente ma netto nel rivendicare il lavoro della onlus: «Per quanto mi riguarda, e cioè dal 2006, abbiamo sempre controllato quello che accadeva nel centro e abbiamo trovato una gestione segnata da serietà e compostezza». Navarro tornerà in giunta con la proposta di convenzione perchè è convinto che i reati addebitati nelle perquisizioni della Digos siano stati esagerati, anche se spiega che bisogna attendere con serenità il lavoro della magistratura. «La mia idea è quella di chiedere in giunta la continuazione di questa esperienza – sottolinea –  ma la giunta è fatta anche di altre sensibilità e quindi vedremo».

E ancora: «Siamo in stand by – spiega – in attesa che si chiariscano gli addebiti, rispettiamo il lavoro della magistratura e aspettiamo, ma per quel che mi riguarda posso dire che la casa di accoglienza di via Pola e chi la gestisce, rappresentano a mio parere una esperienza valida. Quanto alle accuse relative al 2002, mi è sembrato di capre che i finanziamenti per gestire il centro di accoglienza in quel periodo erano insufficienti e quindi hanno dovuto chiedere un contributo a coloro che venivano ospitati».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.