Un milione di euro per dare una casa ai più poveri

Finanziamento regionale per la progettazione e l’attuazione di 12 alloggi. Gli ex amministratori di Uboldo al centro: «Un nostro merito in soli 5 mesi di lavoro»

Oltre un milione di euro per il programma di attenzione alla casa per i non abbienti. È la cifra che la Regione ha stanziato per il comune di Uboldo. «Il finanziamento non avviene a caso – spiegano gli ex amministratori di Uboldo al centro -: va a rispondere alla richiesta fatta da Uboldo nel luglio scorso, per poter dare alloggi alle fasce più deboli, quelle con reddito fino a 14000 euro all’anno. È l’ennesima dimostrazione che la giunta di Uboldo al centro, con poche parole e pochi proclami, è riuscita ad ottenere, solo con l’impegno profuso ed il lavoro svolto, un altro utile servizio per la comunità».

«È già partita la progettazione degli alloggi e presto, grazie al finanziamento regionale, comincerà anche la costruzione cosicché ben 12 famiglie potranno avere una casa in affitto a canone sociale – proseguono gli ex amministratori -. Un bel risultato per Uboldo e per gli uboldesi. La dimostrazione, inoltre, che i frutti del lavoro svolto, anche se con soli 5 mesi a disposizione, sono sotto gli occhi di tutti, quale memoria della nostra attività amministrativa per i nostri concittadini.

L’unico rammarico è di non aver potuto continuare fino alla fine del mandato ricevuto. Ma noi non disperiamo perché l’ultima parola non è ancora stata detta: attendiamo, infatti, fiduciosi l’esito del ricorso al Consiglio di Stato, consci e consapevoli che serve tornare al più presto a lavorare per il nostro paese».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.