Sposati in Albania i Renzo e Lucia di Tradate

Dopo le nozze negate in comune perché lui clandestino, celebrato il matrimonio il 6 agosto. Si preparano i documenti per tornare in Italia

Si sono sposati il 6 agosto in Albania, i Renzo e Lucia di Tradate. La ragazza italiana, incinta di sei mesi, e il ragazzo albanese a cui il sindaco di Tradate, Stefano Candiani, aveva negato le nozze perché lo sposo era clandestino, si sono uniti in matrimonio in Albania dopo che il giovane era stato espulso dal territorio italiano.
La comunicazione delle nozze, avvenuta nel comune di lui, è arrivata in Comune di Tradate martedì 26 agosto. I
fatti risalgono alla metà di luglio quando i due si sarebbero dovuti sposare in comune con il rito celebrato dal loro avvocato, il consigliere comunale Luca Carignola. Poco prima del matrimonio, in Municipio, i vigili chiesero i documenti al giovane sposo. Non fu in grado di esibirli e venne portato in prima in questura, poi al Cpt di Bologna per l’espulsione. La fidanzata, allora incinta di sei mesi, lo seguì subito in Albania per cercare di sposarsi il prima possibile.

Ora la coppia è sposata, lei tornerà a vivere a Tradate e avvierà tutti i documenti necessari per il ricongiungimento famigliare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore