Cinquant’anni di sacerdozio festeggiati con un dono alla pediatria

Per rendere omaggio a Don Carlo Comotti, prete da sempre vicino ai malati e ai più deboli, i Comuni di Angera e Ranco hanno regalato al reparto due televisori e due lettori Dvd

Cinquant’anni al servizio dei più deboli.
È un traguardo non comune quello raggiunto da Don Carlo Comotti. E non è comune trovare una persona come lui, sempre pronto a stare vicino, con sorriso e disponibilità, a chi soffre di più. Da sempre Don Carlo assiste gli infermi e i malati dell’Ospedale Carlo Ondoli. 
Per questo motivo, in occasione del suo cinquantesimo anniversario di sacerdozio, le amministrazioni comunali di Angera e Ranco hanno deciso di donare, in suo nome, due televisori e due lettori dvd al reparto pediatria dell’ospedale.
Un pensiero per rendere più leggere le ore di degenza dei piccoli pazienti.  

Venerdì 5 settembre il vice sindaco di Angera, Magda Cogliati e il sindaco e vice sindaco di Ranco, Francesco Cerutti e Vittorio Vezzetti, si sono recati in reparto per consegnare alla Professoressa Maria Serenella Scotta, dirigente della unità operativa di pediatria, le apparecchiature.
"Non regali ma opere di bene per l’Ospedale", naturalmente il commento del sacerdote.  

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Settembre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.