Varese è tornata a volare

A Villa Panza e al Castello di Masnago il progetto espositivo “Vola Veloce Varese”: il primo passo per la creazione di un progetto culturale permanente «per celebrare l’aeronautica nella terra dell’aeronautica»

Un volo ad alta quota: è quello che la Città giardino ha intrapreso con le mostre “L’officina del Volo. Futurismo, pubblicità e design 1908-1938” decollata il 20 giugno al Castello di Masnago e “Prova a volare. La simulazione del volo. Spazio, luce e colore: contaminazioni tra arte e tecnologia” da oggi e fino a novembre a Villa Panza.
 
Nell’anno in cui cade il centenario del primo volo italiano, Varese, che del volo è terra pioniera – basti pensare alle vicende storiche della Caproni, all’Agusta, all’Aermaccchi ed oggi ad AleniaAermacchi e ad Alenia Aeronautica del gruppo Finmeccanica – ha intrapreso dunque con un volo difficile e ambizioso. Difficile per le ingenti e diverse forze messe in campo: Comune e Provincia di Varese, Regione Lombardia, FAI-Fondo Ambiente Italiano, Museo dell’Aeronautica Gianni Caproni di Trento, Fondazione Europa Civiltà, ASTUT-Università degli studi di Trento-Dipartimento di Fisica, Alenia Aeronautica, Gruppo Amici Velivoli Storici-Sezione Torino e MIMOS, Alenia Aermacchi, Piloti Virtuali Italiani, FNM, Ticket Gemeaz, GEMEAZ CUSIN, BRIX, BCC Credito Cooperativo e COOP Lombardia. E ambizioso: perché come hanno ricordato il sindaco di Varese Attilio Fontana, l’assessore regionale Raffaele Cattaneo e il presidente di Alenia Aeronautica «guardare queste mostre vuol dire capire cosa è stato fatto in 50 anni di aeronautica, vuol dire leggere il profondo intreccio tra l’industria, lo sviluppo economico e la cultura del nostro territorio; vuol dire insomma celebrare l’aeronautica nella terra dell’aeronautica».
 
E si tratta di una celebrazione a tutto campo. Al Castello di Masnago con un percorso che esamina le contaminazioni tra il volo e l’arte: pittorica, figurativa, scultorea, senza dimenticare la pubblicità e il design e strizzando l’occhio al futurismo che del volo e della velocità fece dei veri e propri miti. A Villa Panza le contaminazioni tra arte e tecnologia del volo: in dialogo stretto con la collezione permanente della Collezione Panza attenta al rapporto tra l’uomo e la sua percezione dello spazio e sensibile alle esigenze di un pubblico giovane, con una parte interattiva e l’utilizzo di moderne e sofisticate apparecchiature.
 
Una prova di volo generale insomma che, nelle parole di tutti rappresentanti delle istituzioni intervenuti alle presentazioni delle mostre e delle aziende che alla realizzazione del progetto hanno lavorato, fa ben sperare e pone le premesse affinché Varese, città simbolo dell’areonatica, metta in campo un progetto culturale stabile, più ampio e articolato, tutto incentrato sulla sua vocazione aeronautica in un’ottica formativa, culturale e di promozione del territorio.
 


L’Officina del Volo. Futurismo, pubblicità e design 1908 – 1938
Civico museo d’arte moderna e contemporanea Castello di Masnago
Via Cola di Rienzo, 42 – Varese
Dal 20 giugno al 18 ottobre
Orari: dalle 10 alle 12.30; dalle 14.30 alle 18.30
Terzo sabato di ogni mese, chiusura posticipata alle 22
Lunedì, chiuso
Prova a volare. La simulazione del volo. Spazio, luce e colore: contaminazioni tra arte e tecnologia
Villa Panza, Pizza Litta Varese
Dal 27 giugno al 22 novembre
Orari: dalle 10 alle 18.00. Aperto tutti i giorni tranne i lunedì non festivi
 

Galleria fotografica

Prova a volare 4 di 14
Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Giugno 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Prova a volare 4 di 14

Galleria fotografica

Vola Veloce Varese 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.