L’estrema destra in Europa spiegata in un libro

L'autore della pubblicazione è Damir Skenderovic, professore di storia contemporanea all'Università di Friburgo. Il volumetto è stato pubblicato dal Servizio per la lotta al razzismo

iniziativa contro il razzismo svizzeraLa nuova pubblicazione del Servizio per la lotta al razzismo (SLR) è dedicata alle strategie contro l’estremismo di destra in Svizzera. Il testo fornisce un quadro storico delle diverse forme assunte dai movimenti estremisti e presenta una panoramica delle contromisure adottate dalle autorità e dalle organizzazioni della società civile. Lo studio fa inoltre un confronto fra la situazione svizzera e quella di altri Paesi europei.

Per le sue tesi, l’autore della pubblicazione, Damir Skenderovic, professore di storia contemporanea all’Università di Friburgo, si è basato tra l’altro sui risultati del programma nazionale di ricerca PNR 40+ «Estremismo di destra, cause e contromisure» e sulle conclusioni di un analogo progetto di ricerca europeo intitolato «Strategies to Combat Right-Wing Extremism in Europe».
Anche questo volumetto si iscrive nella tradizione «editoriale» del SLR, che pubblica studi scientifici scritti per il vasto pubblico. La nuova pubblicazione intende contribuire al dibattito pubblico e fornire le basi per pianificare e realizzare progetti.

Disponibile gratuitamente in tedesco («Strategien gegen Rechtsextremismus in der Schweiz. Akteure, Massnahme und Debatten») e francese («Stratégies contre l?extrémisme de droite en Suisse: acteurs, mesures et débats»), il volumetto può essere ordinato per posta (Servizio per la lotta al razzismo, Schwanengasse 2, 3003 Berna), per telefono (031 324 10 33), per posta elettronica (ara@gs-edi.admin.ch) o sul sito Internet www.edi.admin.ch/ara.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 giugno 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore