Giornata di studio sulla “colonproctologia”

Il professo Benevento, primario della chirurgia di gallarate, presiederà il promo congresso tre-regionale della Società italiana si colonproctologia

Sabato 6 novembre 2010 a Solbiate Olona nel centro congressi Le Robinie si svolgerà il 1° congresso tri-regionale della Società italiana colonproctologia. Dalle Regioni Liguria, Lombardia e Piemonte medici specialisti si confrontano sulle nuove tecniche chirurgiche e diagnostiche nel campo delle patologie benigne del retto maggiormente diffuse nella popolazione.

Presidente del congresso è Angelo Benevento, direttore dell’unità operativa di Chirurgia generale dell’ospedale di Gallarate.

Angelo Benevento spiega lo scopo della giornata di studio che vedrà impegnati medici specialisti e infermieri provenienti dalle diverse realtà ospedaliere nazionali: “Illustreremo le nuove tecniche chirurgiche, differenti da quelle classiche utilizzate per il trattamento delle patologie del colon rettoLe nuove tecniche consentono di ridurre sia il dolore post operatorio sia la permanenza del paziente in ospedale dopo l’intervento. Ciò è possibile grazie alle nuove tecnologie oggi a disposizione.”

Quaranta i relatori impegnati nella trattazione dei temi specialistici articolati in cinque sessioni. L’evento è patrocinato da: Azienda ospedaliera Sant’Antonio Abate di Gallarate, Acoi sezione Lombardia, Società Lombarda di Chirurgia, Ordine dei medici chirurghi di Varese, Università degli Studi dell’Insubria.

Angelo Benevento è alla guida della Chirurgia gallaratese dallo scorso luglio. Allievo del professor Renzo Dionigi, ha svolto per molti anni attività di docenza universitaria in qualità di professore ordinario di Chirurgia Generale alla facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università dell’Insubria. Ha eseguito migliaia di interventi di chirurgia addominale, senologica ed endocrinologica. I suoi interessi principali riguardano interventi oncologici maggiori su colon-retto, esofago, stomaco, pancreas e fegato.

Dal 1990 ha applicato le tecniche laparoscopiche e toracoscopiche nelle patologie benigne e maligne delle vie biliari, dell’esofago, del colon, del surrene, della milza e del polmone.

La sua competenza e la sua determinazione hanno già consentito di apportare cambiamenti sostanziali nella unità operativa di Chirurgia del Sant’Antonio Abate valorizzando le professionalità presenti nel reparto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore