La protesta studentesca arriva a Gallarate

Un piccolo corteo partito dall'Ipsia Ponti ha sfilato per le strade cittadine toccando gli altri istituti superiori. Continuano le agitazioni dei ragazzi che culminerà nella manifestazione di mercoledì a Busto

 La nuova settimana si è aperta con la protesta delle scuole di Gallarate. Un piccolo gruppo di studenti dell’Ipsia Ponti è partito questa mattina in corteo per manifestare contro i tagli alla scuola e il disegno di legge Aprea. Un movimento di una cinquantina di studenti che, in modo spontaneo, ha deciso di raccogliere la protesta che monta tra i ragazzi degli altri istituti cittadini. Da piazza Giovine Italia si sono mossi in direzione dell’istituto Falcone e dell’Is Gadda Rosselli dove era annunciato lo sciopero bianco da parte di alcuni studenti.

Discussioni e confronti, invece, nella sede del tecnico Ponti dove i rappresentanti dei ragazzi si sono riuniti in assemblea per capire meglio le ragioni della protesta per poi rientrare in classe e avviare una discussione sulle questioni aperte che stanno infiammando le scuole del varesotto.

A Varese, dopo la settimana infuocata appena terminata con la tre giorni di protesta del liceo Manzoni
e lo sciopero bianco dei ragazzi dell’Itpa Casula, la situazione è più tranquilla. I ragazzi del linguistico e del liceo scienze umane, hanno deciso a grande maggioranza,in assemblea, di mettere fine alle agitazioni.
Domani, martedì 20 novembre, toccherà però all’istituto Einaudi riunirsi in asseblea generale per decidere quale linea tenere.
Tra oggi e domani, anche gli istituti superiori di Busto registrano assemblee per discutere e prendere posizioni precise in merito agli interventi in discussione a livello governativo e che riguardano il mondo dell’istruzione. Mercoledì è già stata annunciata una manifestazione in cui convoglieranno tutti i ragazzi che avranno deciso di contestare le decisioni in atto.

Sul fronte dei docenti, si registra anche la netta presa di posizione degli insegnanti dell’Isis Stein che venerdì scorso hanno approvato un documento in cui annunciano una serie di iniziative di protesta: oltre agli sportelli help, hanno deciso di bloccare la correzione delle prove Invalsi e, soprattutto, il rifiuto di accettare gli alunni “smistati” dalla loro aula nelle altre classi in caso di assenza del professore.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.