Studenti, la protesta è cominciata

Molti gli studenti che questa mattina hanno cominciato a scioperare come aveva annunciato. La mobilitazione studentesca riguarda soprattutto il sud della Provincia.

 La settimana calda della scuola è cominciata. Molti gli studenti che questa mattina hanno cominciato a scioperare come aveva annunciato. La mobilitazione studentesca riguarda soprattutto il sud della Provincia: gli studenti di Busto Arsizio e Gallarate questa mattina non sono entrati in aula. A organizzare la protesta contro i provvedimenti che colpiscono la scuola è il neonato Comitato Studentesco delle scuole superiori statali di Busto.
Mercoledì 21 novembre, invece, per le vie del centro sfilerà un corteo che conta sull’adesione di almeno 4 mila studenti: "Abbiamo fatto circolare dei moduli da firmare per la partecipazione – spiega uno dei componente del comitato – il ritrovo è previsto in piazza Santa Maria alle 8,30 da dove si muoverà il corteo che farà una sosta in ogni piazza che incontreremo (Plebiscito, Barsanti, Trento e Trieste, Garibaldi, ndr) per poi concludersi in via Fratelli d’Italia, davanti al Municipio".
(seguono aggiornamenti)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.