Consiglio comunale aperto sulla crisi della Franco Tosi

Si terrà sabato 26 gennaio a partire dalle 9 e affronterà il caso della Tosi e, più in generale, i temi del lavoro e dell'economia alla presenza (ancora da confermare) del sottosegretario allo sviluppo economico

Sabato 26 gennaio, con inizio alle ore 9, si terrà un Consiglio Comunale aperto a tutta cittadinanza nella Sala Consiliare di Palazzo Malinverni. All’ordine del giorno le pesanti ricadute sul nostro territorio di una delle crisi economiche più gravi degli ultimi decenni, una crisi trasversale che attraversa l’economia del Paese con pesanti ricadute anche sul mercato del lavoro. Il Consiglio Comunale, grazie alla partecipazione di rappresentanti delle forze sociali del territorio, affronterà, avendo come scenario il “caso Franco Tosi”, i temi economici e del lavoro che interessano l’Alto Milanese, cercando di far emergere prospettive e idee capaci di ridare speranza alle aziende e ai loro lavoratori. Ha preannunciato una sua possibile partecipazione il dottor Gianpietro Castano, dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per l’impresa e l’internazionalizzazione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.