Giornate eccezionali ma torneranno freddo e nebbia

A basse quote sono stati misurati valori massimi compresi tra 20 e 23 gradi. Una sequenza di giorni così miti non si registrava dal 1917

Cielo sereno e temperature miti. Il tempo in questi giorni di festa sta concedendo delle giornate splendide ma anche insolite per questo periodo dell’anno. Quella di ieri, a sud delle Alpi, è stata caratterizzata da temperature eccezionali per la stagione. A basse quote sono stati misurati valori massimi compresi tra 20 e 23 gradi mentre nei prossimi giorni è previsto il ritorno del freddo e più avanti anche della neve. «A determinare queste temperature fuori dalla norma – spiegano gli esperti di MeteoSvizzera – hanno contribuito due fattori principali: da un lato la massa d’aria mite appartenente al vasto anticiclone centrato nei pressi della Francia e dall’altro il marcato effetto favonico indotto da una forte corrente settentrionale sulle Alpi. Il vento di caduta riscalda infatti l’aria mentre scende dalla cresta alpina principale verso le pianure della val Padana. Se si considerano solo le prime due settimane del mese di gennaio, i valori registrati ieri sono dei record assoluti da quanto esistono le misurazioni. Particolarmente anomala è anche la sequenza di ben 3 giorni con temperature eccezionali (includendo anche la giornata di domani quando si prevedono temperature simili a quelle odierne o leggermente superiori). Per ritrovare una sequenza analoga dobbiamo risalire fino al 1917 quando a Lugano per 3 giorni consecutivi si superarono i 20°C a inizio mese». 

Le previsioni del Centro Geofisico – Un robusto anticiclone risale dal Nord Africa fino alle Isole Britanniche. L’aria mite raggiunge anche le Alpi fino a metà della prossima settimana. Lungo le Prealpi il rialzo termico è accentuato dal favonio. Sulla pianura il ristagno atmosferico porterà probabilmente da martedì alla formazione di nebbie. Più freddo da giovedì.
Il dettaglio: La giornata dell’Epifania sarà ben soleggiata e molto mite, soprattutto su Alpi e Prealpi. Temperature di 10-15 gradi al di sopra delle medie stagionali. Solo qualche passaggio di nubi alte e sottili. Lunedì 7 gennaio il cielo sarà ancora soleggiato e mite, in particolare su Alpi e Prealpi ma con diminuzione delle temperature. Qualche passaggio di cirri alti e sottili e probabile formazione di nebbie durante la notte sulla bassa padana in graduale dissoluzione in giornata. Martedì 8 gennaio sarà ancora soleggiato e molto mite per la stagione, su Alpi e Prealpi con zero termico verso 2700m. Probabili nebbie persistenti e più freddo in giornata sulla bassa padana.

Foto inviate dai lettori: Tramonto di Nino Rossini e Termometro di Elisabetta Lucà

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.