Lavoratori svizzeri “vittime di dumping”: in arrivo il salario minimo

Lo ha deciso il Consiglio di Stato che ha individuato delle categorie, come commesse e operai, da tutelare con contratti «normali»

Buste paga sproporzionate tra frontalieri e residenti? Contro il dumping sugli stipendi il Governo del Ticino ha adottato oggi un provvedimento che prevede l’introduzione di un salario minimo per i lavoratori di alcuni settori dell’economia. Le categorie in cui, secondo il Consiglio di Stato, la concorrenza tra i lavoratori residenti e gli stranieri sarebbe insostenibile sono: la vendita (negozi con meno di 10 dipendenti), la fabbricazione di apparecchiature elettriche, di computer e di prodotti di elettronica e ottica. I lavoratori interessati dovranno essere assunti con «contratti normali di lavoro» che prevedono il versamento di «salari minimi vincolanti». Questi ultimi entreranno in vigore il primo aprile del 2013 e avranno validità di due anni nei due rami industriali e di un anno nel settore della vendita. 
Lo scorso 20 novembre il Consiglio di Stato aveva adottato un provvedimento simile anche per i centri fitness, entrato in vigore lo scorso 1 gennaio.

Secono il Codice delle obbligazioni, che regola i rapporti commerciali, qualora in un ramo o in una professione vengano «ripetutamente e abusivamente offerti salari inferiori a quelli usuali per il luogo, la professione o il ramo e non sussista un contratto collettivo con disposizioni sui salari minimi al quale possa essere conferita obbligatorietà generale, su richiesta della Commissione tripartita il Consiglio di Stato può stabilire un contratto normale di lavoro di durata limitata che preveda salari minimi differenziati secondo le regioni e all’occorrenza il luogo allo scopo di combattere o impedire abusi».

Leggi anche – Frontalieri in crescita in Svizzera e Ticino

"Il superfranco non giustifica i tagli allo stipendio"

Tutti gli articoli sui frontalieri


Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.