Sul treno per l’Italia con 86mila euro “clandestini”

Il contante era trasportato da due passeggeri cinesi ma non era stato dichiarato in dogana

Nuovo sequestro di denaro non dichiarato diretto dalla Svizzera all’Italia. Durante un controllo doganale su un treno proveniente dalla Confederazione, i funzionari della Sezione Operativa Territoriale di Chiasso hanno individuato, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, due passeggeri cinesi. La coppia aveva con sè un’ingente somma di denaro in contante: oltre 86.000 euro. Il denaro, diretto in Italia, non era stato dichiarato in dogana e in base alle norme che regolano i trasferimenti di contante oltre alla soglia di 10.000 euro, sono scattate le sanzioni. I militari hanno sequestrato a un passeggero il 50% dell’eccedenza, per un importo pari a 21.115 euro mentre l’altro ha estinto la violazione, effettuando l’oblazione immediata, ossia pagando 3.641 euro.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.