Salvatore Tirone in concerto al Camelot

Il giovane pianista siciliano suonerà venerdì per il primo giorno di primavera, in un concerto pomeridiano gratuito e aperto a tutti

Venerdì 21 marzo alle ore 16, in occasione del primo giorno di primavera, Salvatore Tirone eseguirà in Sala Multimediale del Camelot di Gallarate un concerto per pianoforte. Il giovane talento siciliano, già premiato in diversi concorsi nazionali ed internazionali, da alcuni mesi è uno dei volontari dell’associazione "I Cavalieri di Camelot" e partecipa quotidianamente alla vita della Residenza, ed è sempre più frequente entrare in Struttura ed essere avvolti e conquistati dalle sue melodie. In questo periodo molti degli ospiti si sono fermati ad ascoltarlo e hanno passato in compagnia delle sue note dei momenti davvero piacevoli.
Ora Tirone eseguirà per loro, per parenti e visitatori per tutti coloro che volessero partecipare, un concerto composto dalla Sonata op. 101 di Beethoven, la sonata in si minore di F.Liszt, la sonata op.19 n.2 di A. Scriabin e la Rapsodia po.119 di J. Brahms. Il pomeriggio musicale è gratuito e aperto a tutti coloro volessero intervenire.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Marzo 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.