Quarant’anni fa la strage in Piazza della Loggia

28 maggio 1974: alle 10.12, durante un comizio contro il terrorismo neofascista, scoppiava una bomba nascosta in un cestino portarifiuti. 8 morti e 200 feriti

 Brescia 28 maggio 1974. Alle 10.12, durante un comizio contro il terrorismo neofascista indetta dai sindacati e dal Comitato Antifascista, scoppiava una bomba nascosta in un cestino portarifiuti a piazza della Loggia. L’attentato costò la vita a 8 persone e il ferimento di altre duecento. Furono i fascisti di Ordine Nuovo che si muovevano nel solco della strategia della tensione a cui settori dei servizi segreti davano credito e appoggio. Nella foto si vede Manlio Milani che sorregge la testa di sua moglie Livia, una delle otto persone uccise nella strage. La Corte di Cassazione ha riaperto il processo con motivazioni che potranno essere un tassello importante per la storia di quegli anni. Qui l’audio dei minuti dello scoppio della bomba


Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Maggio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.