Abusivi nella ex-Pensotti, sgomberato un edificio

Denunciati quattro stranieri per occupazione abusiva di uno stabile tra le vie XXIX Maggio e Bezzecca

Nelle prime ore del mattino di mercoledì 17 settembre 2014 gli agenti del Gruppo Falchi del Comando di Polizia Locale di Legnano sono intervenuti per un’attività di sgombero nell’area dismessa ex Pensotti ubicata in Legnano tra le vie XXIX Maggio e Bezzecca. Negli ultimi tempi infatti le attività di monitoraggio e alcune segnalazioni avevano fatto emergere che gli immobili erano occupati da abusivi. Alla luce di questo, presi accordi con la proprietà dell’area, si è operato l’intervento. Sul posto sono stati sorpresi quattro cittadini tunisini, due dei quali clandestini e due con titolo di soggiorno, tutti con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti.

Gli stessi sono stati accompagnati in Comando per l’identificazione. I due stranieri non in regola con la normativa sul soggiorno, sono stati accompagnati a Milano presso l’Ufficio Immigrazione, per l’avvio del procedimento di espulsione dal territorio nazionale. Tutti verranno denunciati in stato di libertà presso la Procura della Repubblica di Busto Arsizio per occupazione abusiva di immobili. L’efficacia di questo intervento è da attribuire ai continui contatti tra i cittadini del quartiere e il Sottufficiale referente di zona che tiene sempre sotto controllo le istanze e le segnalazioni che provengono dall’esterno e, in questo caso, ha contattato la proprietà dell’area – una società immobiliare della Provincia di Como – che si è subito attivata per mettere in sicurezza gli immobili onde evitare possibili future occupazioni da parte di abusivi.

Lunedì 15 settembre , inoltre, durante un controllo nelle strade del centro, una pattuglia del nucleo operativo stradale della Polizia Locale ha fermato un cittadino marocchino di circa trent’anni alla guida di un’auto. Gli agenti, durante il controllo dei documenti del conducente, sono stati insospettiti dal nervosismo dimostrato e dai precedenti di polizia che nel frattempo erano emersi da una verifica eseguita al terminale delle forze dell’ordine. Per tale motivo gli operatori hanno deciso di procedere ad una perquisizione del veicolo per la ricerca di eventuali armi. Occultato nei vani dell’autovettura, è stato rinvenuto un coltello a lama fissa della lunghezza di circa 25 centimetri e altri strumenti atti allo scasso. Gli agenti hanno proceduto all’immediato sequestro di quanto rinvenuto e accompagnato l’uomo presso il Comando di Polizia Locale per le attività di identificazione. A carico dell’individuo sono emersi numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, contro la persona e in materia di stupefacenti. Quanto alla permanenza nel territorio nazionale è risultato in possesso del titolo del soggiorno. Il giovane marocchino è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Busto Arsizio. Avviato il procedimento per ottenere l’allontanamento dalla città.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.