Le rinnovabili per una casa più “green”

Energie rinnovabili e risparmio energetico sono i temi che saranno approfonditi durante l'evento "Energia a km 0"che si svolgerà domenica 21 settembre

Energie rinnovabili e risparmio energetico sono i temi che saranno approfonditi durante l’evento "Energia a km 0", esposizione di soluzioni per l’efficienza energetica e le energie rinnovabili che si svolgerà domenica 21 settembre a Besozzo, a cura di Agenda21Laghi e del Comune di Besozzo. Sarà possibile parlare con gli specialisti dello Sportello Energia e con i ricercatori del JRC, che parteciperà con uno stand dove si potrà discutere di tecnologie energetiche d’avanguardia.

Esistono varie possibilità per risparmiare energia in casa. Oltre a isolare meglio la propria abitazione e ridurre gli sprechi energetici, si possono installare dei sistemi a energia rinnovabile.
Per contrastare il cambiamento climatico, infatti, l’Europa ha dato molta importanza alle energie rinnovabili: si è posta l’obiettivo di produrre con fonti rinnovabili quote sempre maggiori dell’energia che consuma: almeno il 20% al 2020 e il 27% al 2030. In Italia i progressi sono incoraggianti: al 2012 il 13,5 % dell’energia consumata proveniva da fonti rinnovabili, ben il 4,3% in più di quanto pianificato e ottimamente in linea con l’obiettivo del 17% che le è stato posto per il 2020. Una parte del merito va sicuramente al boom del fotovoltaico: grazie anche al Conto Energia, meccanismo d’incentivazione ormai concluso, l’energia prodotta da impianti fotovoltaici privati è cresciuta molto rapidamente in passato e, sempre al 2012, ha raggiunto una potenza istallata di oltre 16 milioni di chilowatt.

Il servizio scientifico interno della Commissione europea, il Centro Comune di Ricerca (JRC) di Ispra è impegnato su vari fronti a sostegno delle rinnovabili: segue i progressi degli stati membri attraverso l’analisi dei piani di azione per le energie rinnovabili e analizza gli sviluppi delle tecnologie energetiche a basso impatto ambientale. Nel campo solare, il JRC pubblica un rapporto annuale sullo stato delle tecnologie e del mercato fotovoltaico nel mondo, ha da poco rinnovato il laboratorio di prove di sistemi fotovoltaici innovativi, produce una mappa interattiva che permette di calcolare quanta elettricità è possibile produrre dal sole in ogni punto d’Europa e d’Africa. Al JRC si studiano anche gli sviluppi di altre tecnologie, come per esempio delle bioenergie e dei biocombustibili.

Quali sono concretamente le possibilità di utilizzare energia rinnovabile a casa e quali opportunità si offrono sul mercato? 
Attualmente, in Italia, per incoraggiare l’installazione di sistemi domestici a energia rinnovabile sono previsti incentivi sotto forma di detrazioni fiscali. Anche la produzione di calore da fonti rinnovabili viene incentivata, sia per il riscaldamento che per la produzione di acqua calda. Si incoraggia così la sostituzione della caldaia sia con impianti alimentati a biomassa o impianti solari termici, che l’installazione di pompe di calore. Una pompa di calore è un dispositivo in cui una pompa fa circolare un fluido che estrae calore da un "serbatoio" che può essere l’aria, la terra (il sottosuolo) o l’acqua e lo porta nell’abitazione. Si promuove anche la sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompe di calore. Tuttavia, gli interventi devono essere convalidati da una certificazione energetica. Condizioni e particolari 
Per una casa a energia rinnovabile, le soluzioni e gli incentivi non mancano, e il mercato offre un numero sempre crescente di possibilità: si tratta, però, di scegliere quella più adatta alla propria situazione, quella cioè che permetterà di costruire un buon "business case", con un rapido ritorno sull’investimento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore