Eternit sulle case abbandonate, un “puzzle” da risolvere

Dopo gli ultimi danni ai tetti di una palazzina e la caduta di pezzi di amianto, il Comune ha attivato la rimozione. Ma l'ultimo caso mostra la difficile gestione delle case delocalizzate: i tetti danneggiati erano già stati segnalati

L’amianto caduto dai tetti a Lonate sarà rimosso, con l’intervento dell’azienda comunale Sap e di Aler: lo dice il sindaco di Lonate Pozzolo Danilo Rivolta, dopo che è venuto alla luce il caso delle due palazzine con tetti danneggiati. Alcuni abitanti incolpano anche un aereo in atterraggio che si sarebbe "avvicinato" troppo alle case, ma il problema amianto è in realtà di lunga data e il caso dell’Eternit caduto mette in luce anche una serie di guai legati alla gestione delle aree delocalizzate.
Innanzitutto perchè lo stato delle due palazzine è molto diverso. «Per le manutenzioni sulla palazzina marrone, che è abitata, manderemo la SAP (l’azienda comunale, ndr)», spiega Rivolta. L’edificio è in una situazione piuttosto strana: in parte è delocalizzato (cioè abbandonato dagli abitanti e acquisito dal Comune), in parte abitato e in parte è sotto sequestro giudiziario dopo un fallimento. Insomma: un mosaico di situaizoni diverse tra cui districarsi e su cui ci si misura già oggi, per il caso-amianto. «Lo stabile non ha neppure un amministratore», dice anche Rivolta. Diverso il percorso per l’altra palazzina, quella verde al civico 59: «È abbandonata e interverrà l’Aler direttamente». Aler ha l’incarico di procedere alle demolizioni delle "case delocalizzate", il grosso verrà fatto mediante gara (qui l’articolo) ma nel frattempo inizierà a occuparsi del tetto di questo edificio. Va notato che – aereo o non aereo – la situazione su questo stabile, che è di proprietà comunale, era nota: «Aveva avuto già problemi in passato – ammette il sindaco – ed era stato coperto con teloni» (che si vedono anche nelle foto inviate dai residenti delle case vicine).

LE IMMAGINI – Le foto delle palazzine

Leggi anche: il bando per le demolizioni delle "aree delocalizzate"

C’è poi l’altro aspetto della vicenda, la causa di questi ultimi cedimenti. È credibile che la caduta delle lastre di Eternit sia stata causata da un aereo in atterraggio? «Di solito gli aerei passano decisamente più in alto, ma verranno fatte verifiche» dice il sindaco. Una residente ha fatto denuncia alla Polaria di Malpensa e si faranno le verifiche sui tracciati degli aerei.

Leggi anche: La città fantasma di Malpensa, prigioniera dell’attesa (2012)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Ottobre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.