Da dieci anni su due ruote: ora si guarda a Malpensa e Gallarate

Per il compleanno Fiab Cardano si regala un nuovo logo e tira le somme dell'attività svolta: «Ora 12 chilometri di piste ciclabili in città. Molto rimane ancora da fare»

Da una pedalata fra "pochi amici" a un bel movimento che fa delle due ruote uno stile di vita. Per i dieci anni di attività FIAB Cardano Amicinbici si regala un nuovo simbolo e qualche soddisfazione sul lavoro fatto: dalle prime uscite di pochi e “timidi” amici che si sono ritrovati per qualche passeggiata in bicicletta alla scoperta del nostro bel territorio circostante. «Poi abbiamo incominciato anche a pedalare in città – racconta il presidente Luigi Iametti – e far sentire sommessamente la nostra voce con le Amministrazioni che si sono succedute a Cardano. Le corsie e piste ciclabili sono passate da poche centinaia di metri a circa 12 chilometri con più zone a 30 chilometri; sono in atto collaborazioni con la scuola con lezioni pratiche sulla mobilità sostenibile ed i primi esperimenti di Pedibus».
Oggi l’associazione è più numerosa, ma «molto rimane ancora da fare, partendo dai cambiamenti culturali, dei comportamenti ed atteggiamenti , di consapevolezza che l’auto non è padrona della città. Bisogna ridare pari dignità ai pedoni, ai ciclisti, alle persone anziane, scolari , creare più percezione della sicurezza in strada. Dobbiamo cercare di vedere le stesse cose ma con occhi nuovi. E anche i ciclisti devono fare la loro parte, rispettando il codice della strada a partire dalle visibilità con dotazione di luci e catarifrangenti sulla propria bici».
In cantiere per l’anno 2015 ci sono importanti novità a cui FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) sta dando un concreto contributo. A partire dalla proposta di legge di modifica del codice della strada che è in corso di approvazione nella Commissione Parlamentare del Ministero dei Trasporti che mette “al centro la persona”, la sicurezza e la mobilità in città. «In particolare – secondo Fiab Cardano – sono da evidenziare la moderazione della velocità veicolare, le zone a 30 km , l’introduzione della norma “sensi unici eccetto bici”, norma in vigore da tempo in diversi paesi europei, unitamente alla proposta di legge da tempo giacente alla Camera “sull’Infortunio in itinere per chi si reca al lavoro in bici” ( sostenuta con delibera di Giunta guidata da L.Prati , indirizzata all’ allora P.d C. M.Monti)».
Ma non solo, la Regione Lombardia ha recentemente approvato il Piano Regionale della Mobilità ciclistica , che disegna l’ossatura della rete ciclabile esistente e futura per i collegamenti con la rete nazionale di Bicitalia e la rete Europea ( il sentiero del Ticino fa appunto parte della rete che origina in Gran Bretagna, attraversa alcuni paesi europei ,sino alla Sicilia).
Su scala provinciale, in collaborazione con le altre associazioni FIAB presenti sul territorio, «stiamo mappando e proponendo alcuni significativi collegamenti, la ciclabile della Valmorea (Varese- Castellanza ) con il proseguimento da Varese sino alla Svizzera, il collegamento Sesto Calende e Lago di Comabbio-Varese e l’agognato collegamento ciclabile tra Gallarate-Cardano-Malpensa Terminal 2, un sogno che rincorriamo da tempo e che riproporremo con determinazione e tenacia ai decisori politici interessati».
A livello locale, è di recente approvazione della Giunta guidata da Angelo Bellora il Protocollo di Intesa tra il Comune di Cardano al Campo e FIAB Cardano Amicinbici per le proposte e sviluppo delle buone pratiche per la mobilità sostenibile e l’approvazione da parte dell’assessorato alla Cultura di corsi FIAB per l’educazione stradale alla ciclabilità.
In programma anche la redazione di “BICIPLAN” comunale , con il coinvolgimento di cittadinanza attiva, scuole, associazioni, ecc che aiuti ad individuare l’ulteriore sviluppo dei percorsi sicuri casa e scuola, l’implementazione della rete ciclopedonale cardanese, l’indispensabile collegamento con la rete ciclabile di Gallarate e paesi limitrofi.
Insomma , un bilancio positivo che vede ottime prospettive legate anche al recente coinvolgimento al programma escursioni del 2015 degli amici di “Gallarate Pedala” per ora blog sensibile ai temi della mobilità , ma desiderosi di pedalare insieme per un futuro più sostenibile per le nuove generazioni.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Dicembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.