La vita del Visconte di Castegnate alla biblioteca Rostoni

Sabato 20 giugno verrà approfondito il tema “L’imprenditore, l’inventore, il collezionista”

Liuc generico

Archiviato il primo incontro delle Conversazioni in Biblioteca con grande  successo e con ospite lo chef e maestro Gualtiero Marchesi lo scorso 23 maggio, prosegue ora SABATO 20 GIUGNO il secondo incontro del ciclo  “I Tesori della Gastronomia con il Visconte Livio Cerini di Castegnate”. L’evento è organizzato da Comune di Castellanza – Assessorato al Commercio, LIUC – Università Cattaneo e Associazione culturale Ecomuseo Valle Olona .

Sempre presso la Biblioteca “M. Rostoni” (LIUC – Corso Matteotti, 22)  saranno approfonditi i molteplici aspetti che hanno contraddistinto l’attività e la vita del Visconte Livio Cerini di Castegnate: “L’imprenditore, l’inventore, il collezionista”.
Il visconte Livio Cerini di Castegnate è stato infatti un esimio cittadino castellanzese, figlio di una generazione di illuminati imprenditori e del primo Sindaco del Secondo Dopoguerra, il visconte Leonardo Cerini di Castegnate. Fine gastronomo e studioso di storia della cucina, membro dell’Accademia Italiana della Cucina, è stato personaggio di indubbia fama in Italia e nel mondo, contribuendo a diffondere il nome della nostra Città attraverso le sue opere letterarie.

Personaggio di indubbio fascino e spessore culturale, Cerini ha pubblicato con Sonzogno, Salani,  Longanesi e Idea Libri volumi di grande interesse e successo sulla gastronomia e sulla storia della cucina fra cui “Il Cuoco Gentiluomo” (1980), “Il gentiluomo in cucina” (1983), “Il libro delle padrone di casa” e “Il libro del Baccalà” (1986), “A tavola per amare” (2000), “Il gourmet vegetariano per carnivori”(2002) che gli è valso un  prestigioso riconoscimento internazionale.
Collezionista di testi storici di cucina fra 1500 e 1800, fine gourmand e appassionato cuoco ai fornelli, Cerini nel 2007 ha venduto all’Academia Barilla la sua ricca collezione di circa 5 mila menù storici. Inoltre, 1.400 volumi antichi sono stati acquistati dalla Biblioteca Internazionale La Vigna di Vicenza costituendo il “Fondo Cerini di Castegnate”. Scomparso a Pallanza (VB) nel 2012 all’età di 94 anni, Cerini ha lasciato un immenso patrimonio tematico alla moglie Wilma, poetessa e scrittrice, oggi ben lieta di partecipare a questa iniziativa che si concretizza nel corso del mese di maggio e di giugno 2015 in concomitanza con l’avvio di Expo a Milano.

Dato il tema trattato da Cerini nei suoi libri e il percorso di LIUC – Università Cattaneo con i suoi incontri “LIUC to Expo” nonché l’innovativo Master in Food Management, la collaborazione fra Comune di Castellanza e Ateneo si concretizza oggi con questi due appuntamenti per ricordare da un lato Livio Cerini e dall’altro per attualizzare e proiettare nel futuro l’argomento principe di Expo spaziando fra “food”, “cucina”, “tradizione”, “innovazione” ed “economia”.

L’Associazione Ecomuseo della Valle Olona, che partecipa all’iniziativa, ha lanciato la proposta “Il Menù del Visconte”, invitando in primis il Distretto del Commercio del Medio Olona e l’Associazione Terra Viva, quindi i ristoratori locali, ad adottare i menù e le ricette tratti dai libri di Cerini, e selezionate dalla sig.ra Wilma Minotti Cerini.
Gli eventi hanno il patrocinio di: Lions Club Rescaldina Sempione, Unione Cavalieri d’Italia, Distretto del Commercio del Medio Olona, Associazione Terra Viva.

PROGRAMMA
Sabato 20 giugno
Ore 9.30 – 13.00
Biblioteca M. Rostoni – LIUC Castellanza
Corso Matteotti 22
“L’imprenditore, l’inventore, il collezionista”

Relatori
Giancarlo Gonizzi – Curatore Biblioteca Gastronomica Academia Barilla – La collezione dei Menù Storici
Giuseppe Toscano – Direttore Master Food Management Università LIUC – Cucina, economia e management
Mario Bagnara – Presidente Biblioteca La Vigna – Il Fondo Cerini
Enrico Carnevale Schianca – Studioso di storia della Cucina – Arte, storia e cucina

Interverranno Danilo Gasparini  e la sig.ra Wilma Minotti Cerini che ricorderà la passione di Livio Cerini, imprenditore castellanzese, per il collezionismo di menù storici e libri antichi di storia della gastronomia, le sue invenzioni come il distanziatore di calore “Teodolinda” e il “Mortaio” concepito secondo la Sezione Aurea di Pacioli. I due oggetti saranno esposti durante l’incontro.

L’Academia Barilla illustrerà la ricca e rara collezione di menù storici acquisiti dal Visconte Cerini e oggi, in parte, in mostra alla Triennale di Milano. La Biblioteca Internazionale La Vigna darà testimonianza del Fondo Cerini mentre E. Carnevale Schianca presenterà il suo prezioso libro “La cucina medievale: lessico, storia, preparazioni”  (Ed. Leo S. Olschki, Firenze)

LA MOSTRA
Dal 22 maggio al 31 ottobre 2015 presso la Biblioteca Civica di Castellanza (Piazza Castegnate 2 bis) nella Sala Collezione Pomini sarà allestita una mostra per illustrare vita e opere del Visconte Livio Cerini di Castegnate: il percorso espositivo inizia con un “assaggio” delle opere pittoriche a tema gastronomico di Enrico Carnevale Schianca, realizzate per una pubblicazione dell’Accademia Italiana della Cucina di Vigevano. Quindi in Sala Pomini due pannelli esplicativi riassumeranno in sintesi la biografia di Livio Cerini, le sue invenzioni, la sua bibliografia; saranno proiettate immagini che lo ritraggono in occasioni mondane e nella vita quotidiana (concesse dalla moglie, sig.ra Wilma Minotti Cerini); inoltre, grazie alla concessione dell’Academia Barilla, saranno proiettate le immagini dei menù storici acquisiti dalla collezione del Visconte.

Biblioteca Civica di Castellanza – Sala Collezione Pomini – Piazza Castegnate, 2 bis. Tel. 0331.503.696 – biblioteca@comune.castellanza.va.it. Orari: martedì/mercoledì/giovedì 14.30 – 18.30; venerdì e sabato 10.00 – 12.30; 14.30 – 18.30. Lunedì CHIUSO

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 giugno 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore