Non fu stupro di gruppo, in appello assolti in quattro

Sentenza di assoluzione della Corte d'Appello per Paoliello, Mezzasalma, Dammaggio e Tovaglieri. Nel 2009 furono condannati in primo grado a pene tra i 6 e i 7 anni e mezzo per aver abusato di una 24enne che li aveva denunciati

sparatoria palazzo giustizia milano

Assolti per non aver commesso il fatto. La sentenza di appello nei confronti di Vito PaolielloGiambattista Mezzasalma, Orazio Dammaggio e Maurizio Tovaglieri è di assoluzione dall’accusa di violenza carnale e lesioni che fu denunciata nel 2007 da una ragazza allora poco più che 20enne. In primo grado furono condannati tutti e quattro a pene che andavano dai sei anni e mezzo ai 7 anni e 6 mesi.

Accolta, dunque, la tesi dei difensori Cesare Cicorella, difensore di Mezzasalma, Christian Bossi, difensore di Dammaggio, e Roberto Donetti, legale di Vito Paoliello e Maurizio Tovaglieri, secondo i quali i rapporti sessuali consumati in quel pomeriggio (conditi dall’abuso di sostanze stupefacenti e alcol) fossero consenzienti.

Bisognerà attendere le motivazioni della sentenza per capire come la corte sia riuscita a ribaltare completamente il giudizio di primo grado emesso nel 2009 (sono passati ben 6 anni da allora, ndr) dal Tribunale di Busto Arsizio.

 

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Ottobre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.