L’Africa di Alessia Uslenghi nella mostra di Vivere Crenna per Filosofarti

Il vernissage si terrà venerdì 26 febbraio. La mostra sarà poi aperta dal 26 febbraio al 6 marzo

mostra vivere crenna filosofarti

L’Associazione Vivere Crenna partecipa a Filosofarti 2016 con la mostra fotografica “La bellezza del viaggio supera le mura: la mia Africa” di Alessia Uslenghi. Il vernissage d’apertura si terrà venerdì 26 febbraio alle 18. La mostra sarà poi aperta dal 26 febbraio al 6 marzo dal lunedì al venerdì ore 16 – 18; sabato e domenica: alle ore 10.00 – 13 e 15 – 19. Venerdì 4 marzo alle 18 si terrà l’incontro con l’autrice.

Per svolgere il tema di Filosofarti di quest’anno,”Oltre le mura: equità e giustizia”,  l’Associazione “Vivere Crenna” ha scelto la fotografia. In linea con l’orientamento di coinvolgere il più possibile potenzialità e risorse locali, per farle conoscere e valorizzarle, Vivere Crenna ha chiamato una figura gallaratese, Alessia Uslenghi, appassionata di fotografia, che ha varcato più volte le mura della città e i confini italiani per andare lontano e riportare immagini di genti e luoghi poco conosciuti.

L’esposizione è solo una parte del programma: vuol essere soprattutto l’occasione per riflettere su ciò che sta oltre le mura. La bellezza delle terre africane, con particolare attenzione al Burkina Faso, e di quelle genti, rappresenta solo un bellissimo abito che riveste la vita difficile di chi vi abita, fatta di stenti e miseria. La ricchezza del sottosuolo non ricade sui suoi abitanti, rimane solo occasione e motivo di sfruttamento e di arricchimento per società ed industrie straniere. Alla ricchezza della terra si contrappongono in loco povertà, malnutrizione e morte: in ciò consistono iniquità e ingiustizia.

In questo momento sono le Ong, formate da volontari sensibili a questi problemi, a portare qui, dove la mortalità infantile per malnutrizione è abnormemente elevata, la speranza di un domani migliore.

L’autrice delle fotografie è il referente per la Lombardia di una di queste associazioni, la LVIA, acronimo di Associazione internazionale di volontariato laico. Ad essa, per alleviare il problema della malnutrizione dell’infanzia, andrà integralmente il ricavato dell’eventuale vendita delle fotografie.

I fondi raccolti attraverso la vendita delle fotografie esposte andranno a finanziare la quarta fase del «Progetto d’emergenza contro la malnutrizione infantile acuta severa nella Regione del Centro Ovest del Burkina Faso».

L’intervento, finalizzato alla riduzione della mortalità infantile, ha permesso a oggi di prendere in cura circa 27.000 bambini. Questa nuova fase ha come beneficiari diretti 11.356 bambini sotto i 5 anni affetti da malnutrizione acuta severa, di cui 1.703 presentano complicazioni, una condizione clinica la cui cura richiede ospedalizzazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore