Spettacolo al PalaYamamay. La Uyba batte la Pomì al tie break

Grande partita tra le farfalle e Casalmaggiore. Tre squadre al comando in classifica

Unet Yamamay - Pomì Casalmaggiore 3-2

Grande vittoria con un pizzico di rammarico per il mancato primato solitario per la Unet Yamamay che vince contro la Pomì Casalmaggiore per 3-2 (19-25, 25-23, 25-18, 19-25, 15-8) al termine di una partita esaltante e di grande spettacolo e in un Palayamamay ancora mai così pieno in questa stagione. Spettacolari anche le due tifoserie, che per tutto il tempo hanno cantato a squarciagola e suonato i tamburi per sostenere le proprie beniamine. Al temine della gara i tifosi biancorossi invitano con il coro a salutare la capolista, ma la classifica parla chiaro. Al primo posto stasera ci sono tre squadre, Scandicci, Casalmaggiore e Busto, tutte a 14 punti.

Galleria fotografica

Unet Yamamay – Pomì Casalmaggiore 3-2 4 di 8

Top scorer per Busto la solita Diouf con 33 punti (40% positivo e 3 muri), seguita da Martinez (17, 2 a muro9 e una scatenata Stufi (13 di cui 3 a muro9. Dall’altra parte della rete brilla Fabris (33 punti, 41% positivo, 2 ace e 1 muro) seguita dall’albizzatese Bosetti (11 punti e un fantastico 81% in ricezione) e da Stevanovic (11 punti, 44% positivo). In ombra Pisani che non mette a segno nemmeno un muro sui 10 totali della squadra, contro i 5 delle avversarie. Tanti errori in battuta, 6 per Busto e 13 per Casalmaggiore. Buon lavoro di entrambi i lberi, Witkowska con il 72% positivo (33% perfetto) anche se fa un po’ meglio Sirressi (76% positivo, 52% perfetto).

Una piccola nota: stasera tra le fila della Pomì era presente anche Gaia Seresini, notata subito perché piccolina rispetto alle sue compagne e che a soli 12 anni ha fatto il suo debutto a referto (pur non scendendo in campo durante la partita) in serie A1.

LA PARTITA

Mencarelli schiera in campo Signorile in regia, Diouf opposto, Fiorin e Martinez in attacco, Studi e Pisani al centro, Witkowska libero. Il primo set inizia male con lo 0-3 a favore della Pomì. Martinez trova il pareggio sul 5-5 ma Bacchi e compagne ritrovano subito il vantaggio (8-10). Sul 10-14 Mencarelli ferma il gioco e parla soprattutto con Diouf e Signorile. Diouf è molto fallosa in battuta e dall’altra part della rete hanno capito come fermarla a muro (11-16). Sul 14-18 Mencarelli inserisce Moneta su Studi per rinforzare la ricezione bustocca. Altro time out per la panchina biancorossa con le ragazze che prima di rientrare si fermano a parlare tra loro. Sul 21-16 Mencarelli mette in campo negretti su Martinez in battuta ma Bosetti riceve facilmente e Fabris segna il 16-22. Bosetti e Fabris chiudono il set 19-25.

Il secondo parziale si apre con un ace di Pisani, il murone di Stufi e una bomba di Martinez (3-0). Pisani e compagne sono scese in campo determinate a vendicare il set perso e sul 7-2 la panchina cremonese è costretta a chiamare il time out. Al rientro in campo Bacchi e compagne si rifanno sotto (7-5), sfruttando alcuni errori delle farfalle. Pisani e compagne non si arrendono e ritrovano il vantaggio provando anche a volare via (12-8). La Pomì recupera terreno e si porta a -2 (14-12). Sul 20-17 time out di Mencarelli per far rifiatare le ragazze e dare qualche indicazione tecnica. Al rientro in campo Pisani cede il posto a Berti per alzare il muro. La Pomì torna in partita e le farfalle sprecano il vantaggio (21-20). Mencarelli schiera Moneta su Martinez in battuta (22-20). Bosetti scahiccia il punto del pareggio (22-22) e Mencarelli chiama il time out. Pisani sbaglia la battuta e spreca un set point (24-23) ma l’attacco di Diouf chiude il conto (25-23).

Anche nel terzo set Busto parte forte e sul 5-1 costringe Caprara a fermare il gioco. Al rientro in campo le sue ragazze recuperano lo svantaggio e si portano a -1 (5-4). Pisani e compagne però ingranano la quinta e scappano sul 14-9. Sul 18-14 dentro Moneta su Fiorin sempre in seconda linea. Le farfalle volano sul 23-15 in un set che parla solo biancorosso. L’attacco di Fiorin segna il 24-17 e l’arbitro estrae un cartellino giallo verso la panchina bustocca. Bosetti batte out e il set si chiude 25-18.

Unet Yamamay - Pomì Casalmaggiore 3-2

Il quarto set inizia in equilibrio e le due formazioni si rincorrono punto a punto (4-4). Bacchi e compagne scappano a +4 (5-9) e Mencarelli ferma il gioco. Al rientro in campo la partita si accende ancora di più e le due squadre in campo danno vita ad azioni di grandissimo spettacolo. Sull’11-16 altro time out per Busto che ora non ne ha più a disposizione. Diouf e Martinez schiacciano oltre la linea del campo e regalano due punti preziosi alla Pomì (11-18). Sul 12-19 dentro Berti su Pisani ma la Pomì continua a correre (17-22). Il pallonetto di Fabris e l’attacco di Bacchi chiudono il set 18-25 ed è tutto da rifare.

TIE BREAK – Si parte con il 3-0 per le biancorosse che però vengono subito riprese (4-3). Volano le farfalle che si portano sull’8-3 grazie a una scatenata Diouf. Sul 3-9 time out per Caprara. Sul 10-4 dentro Moneta. Casalmaggiore non si arrende e si porta sul 13-8 ma l’errore in battuta di Fabris e l’attacco fuori di Stevanovic chiudono la partita 15-8.

LE INTERVISTE

Delusione negli occhi e nelle parole di Lucia Bacchi: “Siamo partite abbastanza bene e abbiamo fatto nel primo set quello preparato in settimana. Dopo non siamo state capaci di fare bene il muro difesa e non siamo state capaci di attaccare come avremmo potuto. Sono rammaricata perché nonostante tutti gli acciacchi, le influenze e le pressioni potevamo interpretare meglio la partita. Loro sono cresciute e noi non abbiamo saputo tenere il passo”.

Sprizza felicità Federica Stufi. “All’inizio abbiamo preso un po’ le misure, un errore fatto anche con Bergamo e su cui dobbiamo lavorare. Con la Pomì abbiamo dimostrato ancora di essere una squadra e questo è importante. Nel secondo set abbiamo spinto di più in battuta e siamo una squadra che ha voglia di riscatto”.

Caprara inizia complimentandosi con Busto e poi prosegue: “Abbiamo sbagliato tanto e anche Fabris ha sbagliato troppo in battuta. Serve tutto per imparare e capire dove lavorare. Questa partita ci darà parecchie indicazioni e la useremo per migliorare. La UYBA è una squadra molto valida e sarà molto tosta”.

Felice ma non al 100% coach Mencarelli: “Grazie a Gianni per il suo giudizio che trovo sempre oggettivo e lucido. Tutte le squadre sono in crescita, soprattutto quelle che hanno aspettative di risultato. Gioisco, prendo il risultato come una prova di carattere e che ci serve a capire il nostro valore. Andiamo avanti nel nostro percorso di crescita perché di margini per crescere ne abbiamo ancora tanti”.

 IL TABELLINO

Unet Yamamay Busto Arsizio – Pomì Casalmaggiore 3-2 (19-25, 25-23, 25-18, 19-25, 15-8)
Unet Yamamy Busto Arszio: Stufi 13, Signorile 1, Cialfi ne, Spirito ne, Fiorin 10, Witkowska (L), Martinez 17, Sartori ne, Diouf 33, Moneta, Berti, Negretti, Pisani 3.
Pomì Casalmaggiore: Bacchi 8, Lloyd 3, Peric, Sirressi (L), Turlea, Seresini ne, Gibbemeyer 10, Bosetti 11, Gibertini, Guerra ne, Fabris 33, Stevanovic 11.
Arbitri: Zanussi, Zucca
Note. Busto: errori 6, ace 2, muri 10. Casalmaggiore: errori 13, ace 2, muri 5. Durata set: 26’ 36’ 27’ 25’ 14’. Spettatori 3531.

 

di
Pubblicato il 19 Novembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Unet Yamamay – Pomì Casalmaggiore 3-2 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.