Alla Coop parte “Resto nel cuore”. In aiuto alle famiglie in difficoltà

Progetto sperimentale di NovaCoop nel supermercato sulla Varesina e che prevede l'utilizzo di una card per lasciare il proprio contributo

Coop

Parte da Tradate la nuova iniziativa di solidarietà della Coop. Si tratta di “Resto nel cuore” e prevede che durante la spesa si possa lasciare una cifra alle famiglie in difficoltà sul territorio. Il tutto potrà essere effettuato tramite una card che potrà essere ritirata in tutte le casse e consegnata durante il pagamento della spesa. «Questa iniziativa rappresenta un contributo concreto alle famiglie in difficoltà – spiega Silvio Ambrogio Dirigente politiche sociali Nova Coop -. Nova Coop fa tantissime iniziative, raccolte straordinarie. In questo caso l’iniziativa è riservata alle famiglie del territorio. Idea nasce dalla tradizione napoletana del caffè sospeso. Il progetto parte sperimentalmente a Cuneo e a Tradate.
 Se il test andrà bene lo estenderemo a tutti i punti vendita. Una offerta commerciale con prodotti di qualità e occuparsi del benessere comune sono i valori dell’essenza cooperativa che noi vogliamo trasmettere. Temi della solidarietà, legalità, benessere, ambiente al centro».

COME E’ NATA L’INIZIATIVA

In occasione del Natale 2016, Nova Coop introduce una nuova possibilità per un gesto solidale, ispirandosi alla pratica del “caffè sospeso” tipica della tradizione napoletana. Anziché lasciare un caffè in più a beneficio di uno sconosciuto, si può aggiungere alla propria spesa una piccola cifra, da offrire a famiglie in difficoltà del proprio territorio.

COME FUNZIONA

Lo strumento è semplice: il cliente trova alla cassa la card “Resto nel cuore”, dotata di codice a barre come qualsiasi prodotto –decide l’importo da devolvere e Nova Coop raddoppia il contributo offerto e i fondi così raccolti vengono donati a ONLUS locali, impegnate nel contrasto alla povertà.
La card “Resto nel cuore” viene introdotta in via sperimentale presso la Coop di Tradate (VA), in collaborazione con le onlus il Coenaculum e La Casa della Città Solidale, e presso l’Ipercoop di Cuneo dove invece le onlus coinvolte sono Caritas e la Comunità Papa Giovanni XXIII. Se l’operazione otterrà il successo auspicato, verrà diffusa negli altri punti vendita della rete nel corso del 2017.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore