Guzzetti: “Siamo a metà mandato con risultati strepitosi”

Il sindaco traccia il bilancio di questi primi due anni e mezzo del suo secondo mandato: "Evidente la positiva firma che abbiamo lasciato sul paese"

Sguardi maggio

«Da qualche giorno, infatti, sono passati 2 anni 6 mesi e 1 giorno dalle elezioni 2014 e quindi siamo a metà mandato. Per me e il mio gruppo di Uboldo al Centro la politica è sempre stata anche un “rendere conto” ai cittadini di ciò che si fa e quindi è giusto arrivati a questo punto raccontare cosa si è fatto e cosa si intende fare dentro alla metà mandato che resta». Parole del sindaco di Uboldo, Lorenzo Guzzetti, che attraverso il proprio profilo Facebook, comunica spesso coi cittadini. Come in questo caso, per fare il punto della situazione sulla metà del suo secondo mandato.

«I risultati ottenuti in questi due anni e mezzo sono tanti e strepitosi – spiega entusiasta Guzzetti -. Illuminazione pubblica completamente nuova, Via per Origgio in fase di completamento, la nuova Aula Consiliare, il completamento del Cimitero, la riqualificazione energetica delle nostre Scuole e anche molto altro, meno “evidente”, ma più incisivo nelle vite di tutti. Per la prima volta abbiamo utilizzato un bando pubblico per finanziare le nostre attività commerciali (attraverso il DAT), abbiamo ridotto ancora il debito del nostro Comune arrivando ormai quasi a estinguere tutti quei 7,5 milioni di euro che ci eravamo ritrovati nel 2009».

Il primo cittadino volge anche uno sguardo al futuro: «Le sfide poi che abbiamo davanti da qui al prossimo futuro sono ancora più interessanti, ma ci sarà tempo per raccontarle. A metà del primo mandato scrissi che si iniziava a vedere la nostra firma sul paese. Ora posso dire con un pizzico di orgoglio che è evidente. Ovviamente questo giungere a metà mandato ha un sapore diverso anche per me poichè inizia l’ultima parte del mio mandato da Sindaco di questa comunità che ho onorato e servito per tutti questi anni. Questo momento mi fa pensare che anche per me, da adesso, inizia un’altra storia, un altro percorso, un’altra strada che continuerò certo a raccontarvi e per la quale spero di sapervi vicino e di poter contare su di voi».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 10 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore