Carta d’identità elettronica e certificati online: si va verso la digitalizzazione

Attivata la possibilità di produrre documenti direttamente dal computer di casa propria, mentre dal 6 novembre si parte con la CI elettronica

gallarate generico

Certificati on line e carta di identità elettronica: l’amministrazione comunale di Gallarate compie un importante passo avanti nelle semplificazione dei servizi. Annunciato già nelle settimane passate, il miglioramento verso la digitalizzazione diviene pienamente operativo in questi giorni.

È già attiva sul sito del comune (www.comune.gallarate.va.it) la sezione utile al rilascio dei principali certificati (cittadinanza, residenza e stato di famiglia, stato civile, godimento dei diritti politici). Dopo una registrazione unatantum i documenti potranno essere richiesti e scaricati direttamente dal proprio computer. L’amministrazione ha inoltre semplificato al massimo la procedura: il cittadino non dovrà infatti recarsi all’Anagrafe di persona per ritirare la password necessaria ad accedere all’area del sito riservata (verrà infatti inviata via mail o via sms) e nemmeno dovrà obbligatoriamente allegare alla domanda di iscrizione la fotocopia del documento (basterà il numero della carta di identità). «Oggi facciamo circa 20mila certificati l’anno, la nuova modalità sgraverà il personale e soprattutto faciliterà la vita ai nostri cittadini» spiega il sindaco Andrea Cassani. Evitando l’accesso in Comune, riducendo i tempi e – indirettamente – accorciando le code agli sportelli per chi continuerà ad accedere all’ufficio anagrafe. Nel caso di certificati bollati, il gallaratese dovrà poi acquistare a parte la marca da bollo, ma comunque senza necessità di recarsi al Broletto.

Altra novità è la carte di identità elettronica (C.I.E.). Il cittadino residente che ha il vecchio documento in scadenza (sei mesi) o lo ha smarrito, può richiedere su appuntamento, dal 6 novembre, all’apposito sportello dell’Anagrafe il nuovo documento formato tessera, che sarà recapitato entro sei giorni direttamente al domicilio del richiedente (la carta viene stampata infatti dal Poligrafico dello Stato).
La carta elettronica avrà un costo superiore a quella vecchia, ma consentirà l’accesso una serie di servizi che nei prossimi mesi-anni saranno ampliati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore