Super poker sulla neve di Cortina per i commercialisti bustocchi

La squadra dei commercialisti bustocchi è riuscita a riconfermare il titolo conquistato l’anno scorso e nelle quattro ultime edizioni

Avarie

Dall’1 al 4 febbraio, a Cortina, nella splendida cornice offerta dal Monte Cristallo e dalle Tofane, si è tenuto l’annuale meeting organizzato dall’Associazione delle Tre Venezie che ha messo in palio il Trofeo Nazionale riservato ai professionisti di tutta Italia per la X edizione.

Giornate sulle neve che hanno riservato grandi soddisfazioni alla squadra dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Busto Arsizio.

La partecipazione è stata molto ampia ma, nonostante la presenza di un sempre maggiore numero di concorrenti provenienti da tutte le regioni del bel paese, i commercialisti bustocchi sulla neve di Cortina sono riusciti a riconfermare nuovamente il titolo conquistato l’anno scorso e nelle quattro ultime edizioni. Pokerissimo quindi, e Busto Arsizio nuovamente avanti ad ordini per posizione geografica più vicini agli sport invernali quali Treviso, Udine o Bolzano.

“Le gare sono iniziate nella giornata di venerdì, sotto una debole nevicata ed in mezzo alle nuvole – raccontano gli organizzatori della squadra bustocca – E qui i nostri hanno fatto la voce grossa con la concorrenza mettendo subito in chiaro qual’era l’obbiettivo. Marco Pontiroli ha dominato la gara mostrando classe e fiato nella categoria senior, lasciando poco spazio a compagni ed avversari, portandosi però in scia Alberto Ravetta e Andrea Liberti, rispettivamente secondo e quarto. Piazza d’onore anche per Angelo Scaffidi nella master A, con Fausto Mazzucchelli quarto e Luca Carnelli ottavo. Il capitano e veterano della squadra Angelo Bonicalzi ha invece lottato come un leone nella prestigiosa categoria master B sfiorando il podio e giungendo quarto sul traguardo. Attivissime, come ogni anno, le rappresentanti del gentil sesso, che hanno contribuito in maniera decisiva a fare bottino in vista della gara di sci alpino. Paola Borghi ha sfoderato tutta la sua determinazione riconfermandosi anche quest’anno leader nella categoria unica femminile, affiancata sul podio da Nora Cattaneo. Costretta al ritiro invece, Laura Bollazzi. Un bottino di oltre 600 punti nello sci nordico, da difendere e magari incrementare nella più agguerrita gara di slalom gigante del sabato”.

Sulla pista del Rumerlo che ospita anche le gare di Coppa del Mondo, su un tracciato ricco di difficoltà che ha messo a dura prova la tenuta atletica di tutti i partecipanti, i professionisti bustocchi hanno lottato con denti, muscoli e tecnica contro i più quotati avversari, lasciando per strada, o meglio in pista, non solo il cuore ma anche legamenti e tendini. E’ il caso di Nora Cattaneo, uscita malconcia e con una spalla lussata da una brutta caduta in fase di riscaldamento, abile comunque a conquistare un fantastico terzo posto tra le over 35 femminile prima di farsi medicare. O anche di Giampiero Ferrario, eroico al traguardo nonostante una caduta in gara che ha compromesso la funzionalità di un ginocchio ma non la possibilità di aggiungere 29 punti al bottino finale. Fausto Mazzucchelli ha aggiunto un sesto posto nella categoria master B1 al suo palmares mentre Carnelli, Scaffidi, Bonicalzi e Borghi hanno dovuto cedere alle difficoltà della pista.

Le sorti della vittoria finale erano quindi nella mani dei rappresentanti della categoria master A1 e qui è uscita tutta la tecnica e la bravura dei bustocchi. Alberto Ravetta, secondo di categoria (dietro solo al fenomenale Davide Veritti di Udine) con il sesto tempo assoluto e Marco Pontoroli, quarto, hanno mostrato tutta la loro classe, con Andrea Liberti che ha chiuso al sesto posto, incamerando i punti per la sicurezza della vittoria finale.

La premiazione da parte dei rappresentanti del Consiglio Nazionale ha così sancito nuovamente la vittoria finale della delegazione di Busto Arsizio nel Trofeo Nazionale, con 911 punti, davanti agli ordini di Bologna, Treviso (vincitore del Trofeo riservato agli ordini del Triveneto), Bolzano, Udine e Verona.

Le parole di Alberto Ravetta, delegato dall’ordine anche alle attività sportive: “E’ sempre un piacere ritrovarsi tra colleghi lontano dalle scrivanie e da tutti i problemi che ci troviamo quotidianamente a dover affrontare. L’eccezionale ospitalità che ogni anno ci viene fornita e l’allegra spensieratezza con cui si riescono a trascorrere le serate ci permettono di abbandonare per qualche giorno lo stress della nostra professione. Poi, però sulle piste, i colleghi diventano avversari e la grinta e la determinazione che ci trasmette il nostro capitano Angelo Bonicalzi, ci trasforma e ci permette di portare a casa con orgoglio il quinto Trofeo Nazionale consecutivo. Un sentito ringraziamento va rivolto a Fabio Marchetto, presidente dell’Associazione dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili delle Tre Venezie, ed alla Soltel Eventi, che insieme organizzano in maniera impeccabile da anni il raduno. Ora si torna alla routine quotidiana ma siamo già carichi e pronti a difendere il titolo appena conquistato anche l’anno prossimo”. Tutti gli ordini d’Italia, insomma, sono già stati avvisati.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.