A Corgeno 1001 giovani atleti in lotta per il tricolore

Sabato 30 giugno e domenica 1 luglio sul lago varesotto andranno in scena i Campionati Italiani Ragazzi, Under 23 ed Esordienti

canottaggio

Tutto è pronto a Corgeno di Vergiate per un weekend all’insegna del grande canottaggio. Una delle maggiori manifestazioni remiere italiane, il Campionato Italiano per Ragazzi, Under 23 ed Esordienti, si svolgerà sullo specchio d’acqua varesotto sabato 30 giugno e domenica 1 luglio.

Attesi grandi numeri: 1001 atleti fisici (qualcuno parteciperà a più gare per un totale di 1232 atleti) per 113 società provenienti da tutta Italia. In palio ci saranno 41 titoli tricolori; la gara più combattuta sarà il singolo maschile, con 56 iscritti pronti a darsi battaglia.

Per la nostra provincia sono 9 le società partecipanti (Varese, Gavirate, Corgeno, Monate, Arolo, Luino, De Bastiani, Caldè, Ispra); Varese la più numerosa con 41 atleti su 17 equipaggi, poi Gavirate con 36 iscritti, Corgeno 25 e Monate 17.

Alla conferenza stampa di presentazione, che si è svolta mercoledì 27 giugno alla Camera di Commercio di Varese, ad aprire la presentazione è stato il presidente della Canottieri Corgeno Giovanni Marchettini: «Questo sarà solo uno dei tanti eventi che in questi anni abbiamo organizzato, ma allo stesso tempo sarà per noi una pietra miliare perché è un grosso evento con tanti partecipanti e che assegna titoli nazionali. In passato abbiamo ospitato il Festival dei Giovani, ma questo evento ci permette di testare le nostre capacità in vista de la Coupe de la Jounesse dell’anno prossimo. Anche Corgeno, nel nostro piccolo, può ospitare grandi manifestazioni: è piccolo, senza navigazione a motore e con poco vento, per questo è l’ideale per il canottaggio. Ringraziamo la Camera di Commercio e la Varese Sport Commission, che diventano per noi anche un grande punto di riferimento per la ricettività».

Maurizio Leorato, sindaco di Vergiate: «Sicuramente è per noi un’opportunità straordinaria. Siamo contenti che sia stata data fiducia a Vergiate, Corgeno, ma soprattutto alla società canottieri che da sempre dimostra serietà e capacità di organizzazione. Lo sport integra tutti, dagli atleti ai volontari e questo è un’ulteriore opportunità per noi, considerando gli oltre mille atleti e tutte le persone che orbiteranno intorno all’evento».

Luciano Magistri, consigliere nazionale della Federazione Italiana Canottaggio, spiega la fondamentale collaborazione tra le società di canottaggio varesotte: «Il cambio di passo c’è stato dopo il 2015: campi di regata idonei per gare di alto livello e capacità organizzative in un territorio che rispondesse a queste richieste. Dopo Gavirate e Varese, ora tocca a Corgeno; le società collaborano con una competizione positiva per fare sempre meglio. Corgeno ha investito tanto per migliorare il campo di regata, da parte nostra cercheremo di assegnare loro eventi di alto livello anche in futuro».

Fabrizio Quaglino, presidente regionale della Fic: «Dare una mano è stato facile perché i campi migliori sono in Lombardia, partendo da quello internazionale della Schiranna, passando per Gavirate e Corgeno. Giovanni Marchettini è un maestro a livello organizzativo, è difficile fare meglio. Sarà sicuramente un grande evento, un banchetto di prova per la Cuope della Jounesse, ma per noi sarà solo un’anticipazione, sicuri della buona riuscita della manifesazione».

Luca Broggini ha invece snocciolato qualche dato: «Sono nove le società della provincia di Varese: questo ci ci dice che il movimento del canottaggio sul nostro territorio è in crescita. Ci sono 1001 atleti iscritti, 540 barche per 41 medaglie d’oro. L’agonismo sarà ad altissimo livello, basti pensare che 15 società hanno deciso di partecipare con un solo atleta iscritto».

La manifestazione avrà la preziosa collaborazione della Varese Sport Commission, che ha l’obiettivo di affiancare gli organizzatori per attrarre manifestazioni importanti sul nostro territorio. A Corgeno ci sarà lo stand dei “Tourist Angels” progetto pilota di Regione Lombardia che vede giovani studenti impegnati per aiutare i turisti nel vivere al meglio il proprio tempo a Varese e provincia.

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 27 Giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore