Cantanti, poeti e ballerine sul palco del Sociale per l’Asda Speranza

Appuntamento con artisti di altissimo livello artistico per far conoscere l'attività della cooperativa sociale per disabili

cooperativa la speranza open day

Giovedì 27 settembre, alle ore 21.00, il Teatro Sociale ospiterà il “2° Memorial Antonio Tellarini: tutti insieme per la A.S.D.A. Speranza”, una serata di intrattenimento musicale, canto, danza, interpretazioni poetiche e teatro, dedicata al compianto fondatore e presidente della Cooperativa Speranza, e diretta dal Maestro Marco Colombo, direttore dell’Accademia musicale di Castellanza.

Organizzato con il patrocinio e la collaborazione dell’Amministrazione comunale e il sostegno di Fondazione comunitaria del Varesotto, Associazione Lions Bruno Tosi-Mario Ravera e Anffas, l’evento ha lo scopo di promuovere e far conoscere la Cooperativa Sociale per Disabili A.S.D.A. Speranza, che produce, con il lavoro dei disabili e dei volontari che li affiancano, oggettistica regalo in cartone, carta decorata e stoffa di pregevole fattura, bomboniere e quanto necessario per nozze, battesimi e altre cerimonie, agende e oggetti per ufficio anche personalizzati con logo aziendale.

La Cooperativa per Disabili Speranza inizia ad operare nel 1990 per iniziativa dei Lions Club del territorio, con lo scopo di offrire a ragazzi e ragazze disabili la possibilità di occupare utilmente il proprio tempo, offrendo agli assistiti sempre maggiori opportunità, grazie ad una sempre più stretta integrazione alle attività. Con l’ausilio fondamentale di volontarie e volontari, le ragazze e i ragazzi hanno la soddisfazione di realizzare con le proprie mani una vasta gamma di oggetti in un ambiente sereno.

“La cultura, l’arte, la musica sono straordinari veicoli di importanti messaggi sociali: questo concerto è un invito all’ascolto dell’eccellenza ed è un modo per arrivare al cuore delle persone e per far conoscere una storica realtà di inclusione sociale che opera egregiamente da anni sul territorio – ha affermato l’assessore all’inclusione sociale Miriam Arabini in occasione della presentazione dell’evento. “Sarà un omaggio alla cultura e alle tante forme d’arte che saranno rappresentate sul palco – ha aggiunto il presidente della cooperativa Ercole Milani – un omaggio all’Amministrazione che da sempre ci segue e ai cittadini di Busto che ci hanno sostenuto e che speriamo continuino a farlo”.

Di motivi per partecipare alla serata ce ne solo molti: la qualità degli interpreti, professionisti di altissimo livello artistico provenienti da esperienze di prim’ordine (Teatro alla Scala, Orchestra sinfonica della RAI, Conservatorio di Novara), la varietà e l’intensità del programma che propone generi musicali diversi (dalla musica classica a quella jazz), interpretazioni teatrali e poetiche, l’esibizione dell’enfant prodige Francesca Conte, violinista dodicenne, e di Alessandra Romano che suonerà il violino della Shoah.

Al programma, messo a punto dal maestro Colombo, contribuiscono anche alcuni giovanissimi, e comunque “gli artisti verranno a titolo gratuito, anche da molto lontano.” Un’occasione da non perdere dunque non solo per sostenere le attività della cooperativa, che oltre a rappresentare una casa per nove disabili adulti, significa un posto di lavoro retribuito ed è quindi fonte di sostentamento e soddisfazione personale per sette disabili.
L’ingresso alla serata è libero e gratuito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore