Manca il “tuttofare” del Comune, la piazza la sistemano gli Alpini

Dopo il pensionamento del dipendente comunale i piccoli lavori di manutenzione li fanno i volontari con le penne nere. “Coinvolgere il più possibile il paese”

Avarie

Gli alpini sono una grande famiglia. E nei piccoli paesi sono una famiglia nella famiglia, perché in un centro montano come Agra, nel Luinese, ancora ci si dà una mano dal momento che le difficoltà da affrontare sono spesso comuni a tutti.

Così capita che le penne nere lancino sui facebook un appello per dare una “rinfrescata” con vernice e pennello alla ringhiera del monumento della piazza, quello destinato agli alpini.

«La storia è un po’ questa: il Gruppo Alpini è sempre attivo sul territorio comunale con un monte ore di lavori dalle 400 alle 600 all’anno. La popolazione gradisce ma a volte ha espresso di poter partecipare, quindi in unione con il Comune abbiamo proposto questo primo evento come “test”. Il Comune di Agra ormai non ha più un proprio “tuttofare” (c’era Simone ma è andato in pensione), poi è sempre più difficile far partire attività nuove o di mantenimento che riteniamo essere la chiave per spendere meno…» racconta l’alpino creatore dell’evento che si terrà a partire dalle 9 di domani, sabato 29 settembre.

«Anche in questi giorni abbiamo fatto il giro del paese e strade limitrofe per togliere rami portati dal vento (tagliata una pianta caduta sul piazzale della chiesa del cimitero per esempio…). Anni fa gli Alpini sistemarono la cancellata intorno al monumento ai caduti in Piazza Pasquinelli, ed ora è venuto il momento di dare un “colpo di pennello” alle ringhiere che iniziano ad evidenziare una certa ruggine. Se gli agresi fossero capaci di unirsi e lavorare un sabato al mese si potrebbero fare grandi lavori con il beneplacito del Comune per far fronte a ciò che non è possibile realizzare con un “bando” continuo», conclude l’alpino.

di
Pubblicato il 28 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore