Vaccini si cambia ancora: autocertificazione ammessa fino a marzo

Il Ministro della Salute Grillo annuncia un nuovo emendamento che fa slittare i termini per la regolarizzazione. Il provvedimento dovrà essere votato in commissione

vaccinazioni

Nessun ripensamento. Anzi. Se l’autocertificazione non è accettata a scuola perché la circolare del Ministero non annulla la legge Lorenzin, allora si farà un decreto ad hoc con forza di legge analoga.

Nuovo cambio di rotta sui vaccini. Dopo le notizie circolate ieri su un emendamento pentastellato che riportava l’obbligatorietà della legge, il Ministro alla Salute Giulia Grillo ha deciso di intervenire annunciando un nuovo emendamento che proroga al 10 marzo 2019 l’obbligo di portare la documentazione che giustifica l’autocertificazione.

Slittano quindi i termini per i genitori che ancora non si siano dotati dei documenti richiesti o non abbiamo ancora intrapreso alcuna azione per regolarizzare la posizione vaccinale dei propri bimbi, alunni di nidi o materne.

Un balletto di notizie e smentite che si sarebbe potuto evitare sgombrando il campo da ogni polemica prima dell’inizio dell’anno scolastico. Di fatto, invece, la situazione rimane caotica con i NAS chiamati a smascherare genitori inadempienti che presentano false autocertificazione. Si annunciano oltre 2000 ispezioni in tutt’Italia. 

In Lombardia, l’attivazione dell’anagrafe vaccinale di fatto elimina il rischio di dichiarazioni false perchè le scuole hanno la possibilità di verificare subito la situazione del singolo bambino: « Questa opportunità però – ha lamentato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera – è stata utilizzata solo dal 60% degli istituti».

Tecnicamente l’emendamento annunciato oggi, e che dovrà essere votato in commissione, sostituisce  quello presentato ieri, nel quale si diceva che veniva cancellato l’emendamento Taverna che permetteva a tutti di entrare a nidi e materne.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore