Case Popolari: «dalla Regione in arrivo 38 milioni»

L'importante stanziamento è finalizzato al sostegno a circa 30 mila nuclei familiari in difficoltà economica

consiglio regionale pirellone palazzo pirelli

La Giunta della Regione Lombardia ha approvato una serie di delibere, che mettono in campo risorse per 38,2 milioni, destinate al contrasto dell’emergenza. I provvedimenti sono stati proposti dall’assessore regionale alle Politiche sociali e abitative, Stefano Bolognini.

L’importante stanziamento è finalizzato al sostegno a circa 30 mila nuclei familiari in difficoltà economica, residenti in Italia e con regolare permesso di soggiorno, e si articolano in tre provvedimenti.

«Il contenuto di queste delibere si commenta da solo – ha detto il presidente Attilio Fontana –. Fin dalla campagna elettorale abbiamo promesso che avremmo cercato di stare vicini ai nostri concittadini anche in un ambito così delicato come quello della casa».

«Gli stanziamenti decisi – ha spiegato l’assessore Stefano Bolognini – si inseriscono nel grande contesto del welfare abitativo, sono tutti provvedimenti rivolti a cittadini italiani, comunitari e agli stranieri extra Ue, con titoli regolari di soggiorno».

«Sono coinvolte 30.000 famiglie – ha precisato – cioè circa il 15 per cento degli alloggi Erp (edilizia residenziale pubblica): è una misura importante. Nelle situazioni di fragilità, che spesso si accompagnano a emarginazione, vogliamo evitare che si verifichino i casi in cui le case sono occupate da chi non ne avrebbe diritto. C’è chi non riesce a pagare l’affitto perché in difficoltà e, invece, chi fa il “furbetto”».

«Porremo certamente la massima attenzione alle singole posizioni – ha sottolineato Bolognini – con accertamenti demandati agli enti del territorio, alla Guardia di Finanza, ai Consolati e alle Ambasciate. Tutto verrà svolto nel pieno rispetto delle regole».

Le misure:

CONTRIBUTO REGIONALE SOLIDARIETA'(25 MILIONI)- E’ un sostegno economico per i Servizi abitativi pubblici (Sap). I destinatari sono Aler e Comuni che intervengono direttamente sulle situazioni di fragilità.

FONDO DI MOROSITA’ INCOLPEVOLE (9,3 MILIONI)- E’ un fondo destinato ai comuni ad alta tensione abitativa. Il contributo è finalizzato a rimuovere le situazioni di sfratto in corso. Il fondo è stato istituito dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per aiutare chi non può pagare il canone di locazione a causa della perdita o della consistente riduzione del reddito dei nuclei familiari.

EMERGENZA ABITATIVA (3,9 MILIONI) – L’intervento è rivolto ai nuclei familiari lombardi in condizione di difficoltà economica attraverso i Piani di zona che, secondo la criticità delle situazioni, potranno assegnare contributi da 1.500 a 5.000 euro per prevenire gli sfratti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore