Arrestato per stalking in pizzeria

Gli atti persecutori sulla ex andavano avanti dal 2016, fino alla serata di ieri quando i carabinieri hanno fatto scattare le manette

Avarie

Li ha visti in pizzeria. Forse si è ricordato per l’ennesima volta di quello che fu e per l’ennesima volta ha deciso di metterci del suo, continuando quel reato che la legge punisce quando si dà seguito ad “atti persecutori” nei confronti di una persona. In una parola: stalking.

Così, la sera prima di una giornata in cui la violenza sulle donne viene portata alla ribalta mediatica, sono scattate le manette.

Il fatto è successo nella serata di ieri, sabato, a Gazzada Schianno all’interno di un noto locale pubblico.

Sono le 23 e le luci lampeggianti delle gazzelle dei carabinieri si accendono: le auto si fermano e i militari intervengono per l’ennesimo alterco fra l’ex e la donna, accompagnata da un uomo, l’attuale compagno.

Ne nasce una accesa discussione terminata solo per via dell’intervento dei militari della compagnia di Varese, stazione di Azzate.

Alla fine scattano le manette per la continuazione del reato, che secondo gli investigatori cominciò già nel 2016, ma soprattutto per via della flagranza di reato.

Un primato di certo non incoraggiante, l’arresto di stanotte, alla vigilia della giornata mondiale contro la violenza sulle donne che si celebra oggi, 25 novembre.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore