Fondi della Quiete: verranno distribuiti sul territorio

Ats Insubria precisa che il budget destinato alla Quiete è sempre stato nella propria disponibilità e che il territorio non verrà penalizzato

asl di varese

Nessun insulto alla città, solo una questione di tempi. Dopo le parole del Presidente della Commissione Emanuele Monti circa “l’eredità economica” lasciata in termini di attività sanitaria dalla clinica La Quiete, chiusa dal maggio 2017, Ats Insubria annuncia di aver approvato ieri una delibera con cui vengono spiegate le modalità di redistribuzione delle quote di budget previste per la Quiete e che ammontano “non a 480.000 euro ma a 385.000 per il 2018”.

Nella nota di chiarimento, l’Agenzia afferma che : «Le risorse finanziarie sono rimaste nella disponibilità di ATS Insubria e con l’atto assunto, nella giornata di ieri ( 13 dicembre 2018), da parte della Direzione Generale sono state assegnate alle strutture private a contratto del territorio, evitando dispersione di fondi per il 2018!»

Nella delibera si parla di “ addendum al contratto integrativo per la definizione dei rapporti giuridici ed economici tra Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria e Asst “ per l’erogazione di prestazioni di ricovero, cure subacute e specialistica ambulatoriale, per l’intera annualità 2018.

La quota è stata definita dal Direttore Generale Welfare di Regione Lombardia lo scorso 21 novembre con una nota in cui sono stati comunicati gli importi di produzione (periodo gennaio-ottobre 2018) di ogni struttura erogatrice pubblica e privata accreditata a contratto.

Nei prossimi giorni, quindi, le strutture otterranno risorse aggiuntive,  come misura di pagamento delle attività effettuate nel corso dell’anno come quota “extrabudget”.

di
Pubblicato il 14 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore