Incendio a Vergiate: fiamme spente, prosegue la bonifica

Le fiamme si sono sviluppate in località Bosco di Capra. Al lavoro tutta notte decine di Vigili del Fuoco e volontari. La situazione è controllo

Incendio nei boschi di Vergiate

Un incendio nei boschi di Vergiate è divampato nella tarda serata di venerdì 22 febbraio. I vigili del fuoco e i volontari dell’antincendio boschivo sono subito intervenuti nella località bosco di Capra per cercare di arginare le fiamme. L’allarme è scattato attorno alle 20 di venerdì 22 febbraio. Le fiamme si sono sviluppate in zona Bosco di Capra. Il fronte ha interessato circa 3 ettari di zona boschiva. 

Galleria fotografica

Incendio nei boschi di Vergiate 4 di 14

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con diverse squadre. Oltre a 18 Volontari del Parco del Ticino con 5 Squadre dei distaccamenti di Sesto Calende, Vergiate, Golasecca, Arsago Seprio e Somma Lombardo. Presenti anche Carabinieri, Forestali e Sindaco di Vergiate.

La situazione sabato mattina, 23 febbraio, vede ancora la presenza dei Vigili del fuoco e dei volontari che, dopo aver domato le fiamme, sono impegnati a verificare che non ci siano eventuali focolai. La giornata di sabato, una volta spente le fiamme, è stata impiegata per le attività di bonifica, da parte di Vigili del fuoco e volontari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Incendio nei boschi di Vergiate 4 di 14

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Alla luce delle recenti indagini sugli incendi in provincia di Varese viene il forte sospetto che oramai i nostri boschi siano frequentati da giovani italianissimi annoiati e dipendenti alla ricerca di droga a buon mercato ed uno stuolo di pusher, spacciatori e gentaglia simile che bivaccano accendendo fuochi, lasciando in ogni dove immondizia e lerciume.
    Beh che dire….l’Italia sempre più un bel paese, sia come gente che come territorio. Di questo passo finiremo barricati in casa ed intanto noi saremo diventati la feccia d’Europa…confidare sulle nuove generazioni….non credo proprio…chi può scappa e chi non vuole scappare si adegua al contesto sociale…musica trap , ignoranza al chilo, soldi facili e droga.

Segnala Errore