Prima le persone: a Milano in 200.000 sfilano contro le discriminazioni

Moltissime associazioni, sindacati, esponenti politici ma anche gente dello spettacolo e persone comuni alla manifestazione contro il razzismo

Marcia People Milano

In 200.000 hanno marciato per le vie di Milano. Uno slogan chiaro : “People: Prima le persone”.

Galleria fotografica

Marcia People Milano 4 di 24

A Milano questo pomeriggio, sabato 2 marzo, si sono ritrovati anche molti varesini, associazioni sindacati e gente comune, per sfilare nella manifestazione organizzata da «Insieme Senza Muri», «Anpi», «Acli», «Sentinelli», «Mamme per la pelle» e «Action Aid».

Una marcia contro ogni forma di razzismo e tutte le discriminazioni partita da corso Venezia e arrivata in piazza Duomo per sfidare il governo sul terreno dell’integrazione.

Un fiume umano che ha contato anche sull’appoggio di 1.200 fra enti e associazioni , 700 Comuni aderenti, fra cui quello di Riace.

Tra i manifestanti tutti e tre i candidati alle primarie del PD  Maurizio Martina e Nicola Zingaretti, ma anche l’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia e l’attuale Giuseppe Sala, che ha commentato: «E’ un momento di grande cambiamento per il Paese e questa è la nostra visione di Italia, ci troviamo a uno spartiacque a livello di società».  Moltissimi i volti dei personaggi dello spettacolo come Roberto Vecchioni, Malika Ayane,  Lella Costa, Giobbe Covatta,  Claudio Bisio e Ornella Vanoni. Presente anche  don Virginio Colmegna, presidente della Casa della Carità. 

 In piazza Duomo i partecipanti si sono ritrovati al suono dell’inno «People have the power» di Patty Smith con un grande flash mob.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Marzo 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Marcia People Milano 4 di 24

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.