Applausi e fischi scaldano il confronto elettorale di Tradate

Oltre 300 persone, tra cui molti ragazzi, hanno riempito il cinema Grassi per l'ultimo confronto tra i candidati sindaco prima del voto del 26 maggio

Una serata tesa e non senza polemiche per il confronto tra i candidati sindaco della città, che si è svolta giovedì 23 al cinema Paolo Grassi di Tradate. L’iniziativa, organizzata da Varesenews, La Settimana e La Prealpina, e moderata da Marco Giovannelli, ha visto la partecipazione di oltre 300 persone, tra cui moltissimi giovani, che hanno assistito a un confronto all’americana: candidati in piedi che hanno risposto alle domande e presentato video con i loro sponsor. Di seguito la registrazione integrale della serata:

Galleria fotografica

Confronto elettorale Tradate 4 di 13

Erano presenti tutti e quattro i candidati: Giuseppe Bascialla, sostenuto da Lega, Forza Italia, Movimento Prealpino con Fratelli d’Italia: Mauro Prestinoni sostenuto da Partito Democratico e dalla lista civica Noi Abitiamo Tradate; Alfio Plebani con la lista civica Innovazione Civica; Laura Cavalotti con la lista civica Partecipare Sempre.

Tutte le news e i candidati di Tradate

Il momento di maggior tensione (minuto 25 della registrazione) si è verificato poco dopo l’inizio quando una delle domande, che si basava su degli argomenti proposti dagli stessi candidati, ha toccato il tema della corruzione nell’amministrazione pubblica, in seguito ai fatti che si sono verificati nelle scorse settimane in Regione Lombardia e a Legnano. Ci sono state contestazioni in sala, ma poi la serata è proseguita con la presentazione dei video dei candidati sindaco (minuto 46 della registrazione, con gli sponsor che indicavano perché votare il proprio candidato) e con le “domande incrociate” (a 1 ora e 22 della registrazione), ovvero ogni candidato poteva scegliere un altro candidato a cui fare una domanda.

La serata si è poi chiusa dopo due ore di confronto, con l’appello dei candidati che hanno risposto alla domanda: “Perché è bello vivere a Tradate” (1 ora e 33 della registrazione).

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 24 maggio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Confronto elettorale Tradate 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Se il sindaco di Legnano fosse stato del PD se ne sarebbe parlato eccome.
    Siccome è leghista allora tutti zitti e chi osa parlare di un modo di fare politica oramai indegno e vergognoso allora è invitato a tacere.
    La dignità non appartiene ai quei contestatori. Come al solito a Tradate si vive pessimo clima di rispetto civico e morale.

Segnala Errore