Dal dolore alla generosità: il grande dono nel nome di Dennis

Dalla generosità di due genitori è partita la raccolta fondi "Aiutaci a proteggerli" per l'importante donazione all'ospedale Del Ponte

fondazione il ponte del sorriso

« Oggi Dennis sta sorridendo da lassù. Ci guarda ed è contento».
L’importante donazione  del valore di 260.000 euro che la Fondazione Il Ponte del Sorriso ha fatto oggi all’ospedale Del Ponte è anche merito suo e della sua troppo breve esistenza.

A raccontarlo è papà Stefano che ancora si commuove al pensiero di quel piccolo visino sorridente che non c’è più: « Dennis è nato prematuro, di sette mesi – racconta il padre – con una grave broncodispasia. È stato curato in terapia intensiva neonatale. Era riuscito a superare i momenti difficili. Siamo anche tornati a casa: lui aveva 5 mesi e sembrava aver superato il peggio. Ma, lo scorso anno, l’inverno ha portato un’influenza molto pesante. Lui ne è rimasto contagiato. Il suo piccolo corpo ha ceduto. È diventato resistente agli antibiotici.  Un banalissimo raffreddore ci ha riportato in questo ospedale. Ha lottato e i medici con lui. Prima la tracheotomia per farlo respirare e poi la gastrostomia. È stato molto difficile. A nove mesi ci ha lasciato».

Un’esperienza devastante che Stefano e la moglie Anita hanno affrontato con tutto il personale del Del Ponte ma anche con i volontari della Fondazione Il Ponte del Sorriso che li hanno ospitati in uno dei piccoli appartamenti della Casa del Sorriso: « Era una sistemazione comoda, eravamo vicini, andavamo a piedi a trovare il nostro bambino. A qualsiasi ora….Ecco perchè, alla fine, ci siamo affezionati e abbiamo voluto dimostrare la nostra riconoscenza».

Una donazione cospicua che ha fatto nascere l’idea: « Abbiamo costruito attorno a quella generosità un progetto molto ambizioso – spiega Emanuela Crivellaro presidente della Fondazione – abbiamo deciso di mettere insieme altre donazioni e segni di generosità per arrivare a un obiettivo importante. Queste culle e i due gastroscopi pediatrici sono strumenti indispensabili ma molto costosi. È l’ennesimo segnale di generosità e di attaccamento della comunità all’ospedale».

Dal gesto di Stefano e Anita sono partite altre iniziative: dalla raccolta natalizia dei “pacchi di Natale” al centro commerciale Iper da parte dei volontari della Fondazione ( 12.000 pacchetti realizzati lo scorso dicembre), al gruppo “gli amici di Alessandro”, ai genitori di Patty, alla Scuola europea con il suo mercatino natalizio, all’asilo di Cairate, fino a una festa di compleanno. Tanti grandi gesti di generosità che hanno permesso di arrivare alla donazione odierna: « Questi sono strumenti imprescindibili per la nostra attività» ha detto apertamente il dottor Valerio Gentilino, direttore della chirurgia pediatrica a cui ha fatto eco il professor Massimo Agosti che potrà contare su una nuova unità mobile di terapia intensiva neonata per andare a soccorrere i neonati in difficoltà negli ospedali collegati al Del Ponte.

Gratitudine è stata dimostrata anche dall’associazione che sostiene la Tin, Tincontro: « Grazie perché la vostra generosità è al servizio di tutti i bambini dell’ospedale» ha commentato il vicepresidente.

Oggi per Dennis è una bella giornata. E il suo sorriso illumina la pediatria.

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 09 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore