Le “fiabe dei motociclisti” sbarcano a Varese per fare del bene

Giovedì 9 maggio allo "Spitz" Ernest Pozzali racconta i suoi progetti di sostegno ai bambini ricoverati. Raccolta fondi a favore del Comitato Maria Letizia Verga

le fiabe dei motociclisti

Tra le varie serate organizzate in questi mesi da Cafe Racer Varese, “comunità” di appassionati motociclisti locali, quella in programma giovedì 9 maggio spiccherà per il suo risvolto particolare. Al primo piano del ristorante “Spitz” di viale Valganna sarà infatti ospite Ernest Pozzali, autore del libro “Le fiabe dei motociclisti” illustrato da Giorgio Serra “Matitaccia” e realizzato con uno scopo ben preciso, quello cioè di raccogliere fondi da destinare all’acquisto di giochi o all’organizzazione di iniziative a favore dei bambini ricoverati in ospedale.

L’appuntamento varesino con Pozzali sarà mirato ad aiutare i progetti di una realtà molto conosciuta in città, il Comitato Maria Letizia Verga, la Onlus che da 40 anni si occupa di sostenere gli studi e la cura delle leucemie dei bambini. Nel corso della serata (ore 21) quindi, verrà effettuata una raccolta fondi con questo scopo.

Pozzali presenterà al pubblico i suoi libri (nel quale compaiono anche personaggi reali del mondo dei motori, dal mitico costruttore “Pep” Pattoni ai piloti come Giancarlo Falappa, Hubert Auriol o Kiara Fontanesi e tanti altri ancora). E poi racconterà le iniziative portate avanti nel corso di questi anni: Ernest e i suoi amici hanno per esempio portato nelle corsie dei reparti pediatrici alcune moto elettriche su cui accompagnare i bimbi ricoverati, oppure hanno contribuito a installare postazioni di videogiochi nelle sale comuni degli ospedali. Una scelta – Pozzali la spiegherà allo “Spitz” – dovuta al fatto che spesso i piccoli pazienti sono così debilitati da non potersi permettere una attività fisica, neppure durante i lunghi periodi di ricovero. E questo tipo di giochi regala loro qualche ora di svago tra una cura e l’altra. Ernest e soci hanno fino a oggi visitato 22 ospedali, donato oltre 200 consolle e più 1.500 giochini. E alla vigilia dell’appuntamento varesino nuova “tappa” al Regina Margherita dove ci sarà la donazione di 50 PlayStation3, 350 giochi e 200 dvd.

 

Anche io ero perplesso ….anche io mi sono chiesto “Playstations a bambini ricoverati in ospedale ???”
Non ne capivo il senso …. quasi disapprovavo…
Poi…. mi hanno spiegato.
Ci sono bambini in quell’ospedale che restano ricoverati per periodi lunghissimi …. a volte più di 1 anno… qualche volta 18 mesi a volte 2 anni…
A volte, sono così disabilitati che non possono sforzarsi… figuriamoci uscire a giocare.
Molto spesso l’unico modo di giocare è appunto interagire con una playstation ….
CAPITE ….quanto siamo fortunati..

Pubblicato da CAFE RACER Varese su Venerdì 26 aprile 2019

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 07 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore