Fiume Po e Alpi Giulie proclamati riserva Unesco

Fontana: "Un patrimonio da salvaguardare, che riveste un'importanza eccezionale e strategica"

la canoa rossa po

“Un giusto riconoscimento per l’intero Paese e piu’ specificatamente per la Lombardia. Un patrimonio naturale, quello del fiume Po, da salvaguardare, che riveste un’importanza eccezionale e strategica per diversi settori della nostra regione: l’ambiente, il turismo, l’agricoltura. Esprimo, dunque, grande soddisfazione per una decisione giusta e meritata”. Cosi’ Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, commenta la scelta del Consiglio internazionale del Programma Mab (Man and biosphere) dell’Unesco di proclamare due nuovi siti italiani riserve mondiali Unesco: la riserva “Po Grande” e le Alpi Giulie.

“Siamo orgogliosi di questo riconoscimento. In Regione Lombardia – chiosa l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo – abbiamo avviato in maniera sistematica un’azione di tutela della natura e della biodiversita’ anche nell’area del Fiume Po in cui sono presenti siti di Natura 2000, Zone di protezione speciale, riserve naturali e zone speciali di conservazione. Da sempre – conclude Cattaneo – collaboriamo con Piemonte, Emilia Romagna e Veneto per preservare la biodiversita’ in questa area, in un’ottica di sviluppo sostenibile

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore