Quattrocento tra bambini e ragazzi per il weekend con Solevoci Festival

Un grande successo di pubblico, con oltre 1200 persone ad applaudirli, tra sabato e domenica. L'intervista a Fausto Caravati

Tempo libero generica

Quattrocento tra bambini e ragazzi hanno cantato lo scorso fine settimana al Solevoci Festival. Un grande successo di pubblico, con oltre 1200 persone ad applaudirli, tra sabato e domenica. Sì, perchè nell’edizione di quest’anno, per la prima volta è stata dedicata una grande attenzione alla coralità infantile e giovanile, con una ricca offerta di workshop, seminari e concerti. Ne parliamo con Fausto Caravati, direttore artistico dell’Associazione di Promozione Sociale Solevoci.

Un grande successo per il primo weekend di Solevoci Festival, interamente dedicato a bambini e ragazzi…

Sì, noi organizzatori siamo molto contenti di questo. Abbiamo proposto a calendario per la prima volta eventi formativi e concerti dedicati a bambini e ragazzi e abbiamo avuto una risposta oltre le aspettative, in termini di cori e di pubblico. Una novità per Varese, che sicuramente replicheremo nelle prossime edizioni. Abbiamo iniziato in marzo con quattro seminari di formazione per direttori di coro di voci bianche e per insegnanti di musica della scuola primaria che si sono conclusi sabato scorso con il concerto del coro Gli Harmonici di Bergamo, coro di voci bianche e coro giovanile. Per quanto riguarda i concerti, abbiamo ospitato al Teatro Santuccio e presso la Tensostruttura allestita ai Giardini Estensi diversi cori giovanili. Tra gli altri il coro dell’ISIS Edith Stein di Gavirate, il coro del Liceo Manzoni di Varese, il coro del Liceo Legnani di Saronno, il coro dell’IIS Gandhi di Besana Brianza. Un bel momento, anche per i nostri bambini e ragazzi dell’Accademia Solevoci che hanno partecipato come “coro laboratorio”, affiancando gli altri ragazzi provenienti dai progetti delle scuole primarie di Varese e Provincia.

Anche l’Associazione Solevoci ha un’offerta di musica corale per bambini e ragazzi…

Durante tutto l’anno abbiamo dei progetti di musica corale per bambini e ragazzi dai 4 ai 19 anni: i Micro Blooming Kids Propedeutica (4-6 anni), i Mini Blooming Kids (6-9 anni), i Blooming Kids (dai 9 ai 14 anni) e il Pop Lab per adolescenti (dai 14 anni). Attenzione ai bambini, con corsi di coro dedicati con repertorio pop, gospel, jazz, ma anche attenzione agli adolescenti, per introdurli al canto corale attraverso il repertorio pop: un nuovo tipo di sperimentazione musicale in cui l’arrangiamento in polifonia esalta il significato ed il suono delle parole.
Per noi il coro è l’espressione più valida di ciò che sta alla base della società: la conoscenza ed il rispetto del prossimo, attraverso l’ascolto reciproco e la generosità nel mettere le proprio risorse migliori al servizio degli altri.

La formazione corale e musicale delle giovani generazioni è così importante che anche il vostro progetto del 5×1000 di quest’anno va in questa direzione…

Sì, quest’anno abbiamo deciso di utilizzare il contributo del 5×1000 per “Suonare la voce”, un progetto musicale dedicato alla scuola primaria. In collaborazione con le istituzioni musicali regionali e numerosi Istituti scolastici il progetto permetterà di avvicinare moltissimi alunni delle scuole primarie alla musica tramite il canto e di promuovere corsi di formazione musicale per insegnanti.

Qualche anticipazione sugli eventi del Solevoci Festival del prossimo fine settimana?
Sarà un weekend ricco di iniziative. Da una parte grande attenzione al repertorio pop con concerti e seminari. Sabato 15 e domenica 16 formazione gratuita con Ilaria Bellucci con Workshop di composizione e arrangiamento Coro Pop presso il Teatro Santuccio e la Sala Brunella Via Crispi 3 a Varese. Ci parlerà della musica vocale a cappella, in particolare del vocal pop: di come arrangiarla, di come dirigerla, di come cantarla. Il workshop sarà impostato in modo che anche chi non ha esperienza diretta in questo campo possa goderne.
Dall’altra per gli amanti della musica classica, nell’ambito di Incanto a Varese, sabato 15 e domenica 16 al Teatro Santuccio Seminario di analisi e studio sui Mottetti di Bach con Lorenzo Ghielmi, uno dei più importanti conoscitori della musica bachiana a livello internazionale. Domenica 16 presso la Chiesa di S. Antonio alla Motta concerto conclusivo del seminario sui Mottetti di Bach con il Coro da Camera di Varese e il Coro Sine Nomine.

Altri appuntamenti importanti da segnalare?
Ancora molti eventi ed iniziative. Vorrei segnalare tre appuntamenti particolarmente degni di nota: nell’ambito di “Incanto a Varese”, sabato 22 giugno presso la Basilica di San Vittore Concerto del Coro della Musikhochschule di Trossingen. Per “Solevoci A Cappella Festival”, domenica 23 giugno Rebel Bit presenta Paper Flights Concerto a cappella al Teatro Santuccio. Ospite di punta del Varese Gospel Festival quest’anno sarà Isaac Cates che sabato 20 e domenica 21 luglio proporrà workshop e concerto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore