Al Pirellino riunito il tavolo tematico su infrastrutture e ambiente

L'assessore regionale all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, ha coordinato i Tavoli territoriali tematici su Infrastrutture e Ambiente e Territorio per la provincia di Varese, cui hanno partecipato anche il vice presidente del Consiglio regionale, Francesca Brianza e i consiglieri Giacomo Cosentino, Samuele Astuti e Emanuele Monti

sede regione lombardia varese belforte

L’assessore regionale all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, ha coordinato i Tavoli territoriali tematici su Infrastrutture e Ambiente e Territorio per la provincia di Varese, cui hanno partecipato anche il vice presidente del Consiglio regionale, Francesca Brianza e i consiglieri Giacomo Cosentino, Samuele Astuti e Emanuele Monti.

Erano presenti i rappresentanti della Provincia e del Comune di Varese, i comuni del territorio, Arpa Lombardia, associazioni di categoria e imprenditoriali e le Universita’.

“Abbiamo fatto una ricognizione che ha preso il via da quello che era gia’ emerso durante i lavoro del tavolo territoriale dello scorso 15 aprile – ha spiegato Cattaneo – scendendo nel dettaglio dei vari temi ambientali e infrastrutturali, con il contributo della provincia, dei comuni presenti, delle associazioni di categoria, delle università’”.

LE INFRASTRUTTURE – Durante i lavori e’ stata fatta un’analisi delle varie opere stradali, ferroviarie, di mobilita’ ciclistica, di navigazione dei laghi, di Intermodalita’ che sono necessarie per il potenziamento infrastrutturale del territorio. “Abbiamo deciso di raccogliere tutte queste sollecitazioni in un ‘dossier infrastrutture’ – ha proseguito l’assessore – che verra’ integrato dagli uffici tecnici con i tempi, i costi e il livello di progettazione di ciascuna opera cosi’ da costruire un quadro programmatico completo che ci consente di condividere le priorita’ di intervento, i tempi di realizzazione e le risorse che devono essere stanziate”.

LE PRIORITA’ – “Tra le priorita’ – ha detto ancora Cattaneo – c’e’ la necessita’ di completare i collegamenti attorno a Malpensa, quelli prossimi all’aeroporto come la tangenziale di Somma, la variante alla statale 341 bretella di Gallarate, ma anche quelli piu’ di respiro come il collegamento ferroviario da T2-Gallarate, il terzo binario da Rho a Gallarate e poi una serie di opere legate ad Alptransit, eliminazione di passaggi a livello, potenziamento delle linee ferroviarie, opere stradali come la Vergiate Besozzo, piuttosto che il completamento del secondo lotto della tangenziale di Varese e la pedemontana stessa o lo sviluppo del progetto Varese Como Lecco. Interventi che permettono di definire un disegno comune delle necessita’ infrastrutturali anche con l’obiettivo di pensare a forme di mobilita’ piu’ sostenibile, come la mobilita’ ciclistica e la mobilita’ ferroviaria”.

L’AMBIENTE – “Il tema della sostenibilita’ ambientale e’ prioritario per il territorio di Varese. Abbiamo raccolto le istanze – ha proseguito l’assessore – sugli interventi per il risanamento del Lago di Varese, sulla valorizzazione dei boschi e della filiera del legno, sulla qualita’ dell’aria, sulla difesa idrogeologica, sul potenziamento delle iniziative per l’efficientamento energetico a basso impatto ambientale, sul tema della gestione dei rifiuti e dell’economia circolare – conclude Cattaneo – In particolare sull’economia circolare si e’ condiviso il fatto che sia necessario rivedere la norma nazionale sull’end of waste”.

I RIFIUTI – Per quanto riguarda il tema dei rifiuti l’assessore Cattaneo ha ricordato che “l’orientamento della regione nella prospettiva di economia circolare e’ il recupero della materia e dell’utilizzo come combustibile alternativo per la produzione di energia e solo una parte residuale deve essere destinata alle discariche”.

Inoltre all’interno del dossier dedicato ai temi ambientali che sara’ sviluppato in seguito a questo incontro “saranno approfondita l’Idea di una centrale che chiuda il ciclo bosco-legno in un’ottica di sostenibilita’ e di economia circolare, si affrontera’ il tema del Ciclo idrico integrato, delle cave, delle aree dismesse e della valorizzazione delle aree verdi e gli impatti sulla biodiversita’”.

SAMUELE ASTUTI, CONSIGLIERE REGIONALE DEL PD

ANDREA CIVATI; ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI VARESE

“Più che parlare di nuove, possibili, infrastrutture, credo che il nostro compito sia quello di valorizzare le opere che già esistono, e vanno migliorate, e di finire quelle iniziate negli scorsi anni”. Così ha affermato Andrea Civati, assessore ai Lavori pubblici del Comune di Varese, a margine dell’incontro sul tema tenutosi oggi pomeriggio al Pirellino.

“Mi riferisco in particolar modo – ha proseguito l’assessore – al miglioramento, con il possibile raddoppio dei binari, della linea ferroviaria Varese – Milano, troppo spesso caratterizzata da ritardi e disagi per i pendolari, ma anche all’intervento sulla Caserma Garibaldi, di cui abbiamo concluso il progetto definitivo. Neanche due settimane fa la Lombardia si è presa la scena mondiale con l’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026; un appuntamento prestigioso e importante, al quale non possiamo certo arrivare impreparati. Soprattutto dal punto di vista delle infrastrutture”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore